Stampa

Regione_Toscana logo.jpgFirenze: “Innovazione unica nel panorama nazionale”, parola del presidente della commissione Sanità, Stefano Scaramelli (Pd), che ha così commentato il voto sulla disciplina dei rapporti tra le cooperative sociali e gli enti pubblici che operano in ambito regionale. La proposta di legge è stata licenziata a larga maggioranza: tutti i commissari a favore, eccetto Jacopo Alberti (Lega) che ha optato per l’astensione.

“Questa legge è importante, dimostra il senso del nostro impegno per l’inserimento lavorativo delle persone con difficoltà, offrendo loro opportunità di lavoro concrete – ha sottolineato il presidente – attraverso il coinvolgimento delle cooperative sociali, da parte delle amministrazioni locali; nei percorsi di co-progettazione e co-programmazione, diamo risposte serie in tema di occupazione, di dignità e di vera integrazione sociale”.

“Questa legge, che andrà al voto dell’aula nella prossima seduta, è un monito importante per il sistema sanitario e sociale della Regione Toscana e per le Asl - ha concluso Scaramelli – reso ancora più cogente dal lavoro della nostra commissione che, dopo la fase di ascolto e quindi il confronto tra i vari gruppi politici, ha emendato l’atto della Giunta in vista di misure sempre più efficaci per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate”.

 

Categoria: DALLA REGIONE
Visite: 324

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information