Pisa: Partono in bicicletta domenica 24 settembre da Ventimiglia, con un prologo sabato 23 settembre in terra francese, più di 50 ambasciatori della 17^ edizione di BICISTAFFETTA (www.bicistaffetta.it), la manifestazione organizzata ogni anno da FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta per promuovere la realizzazione della rete ciclabile nazionale Bicitalia* (www.bicitalia.org) e sensibilizzare, lungo il percorso, i rappresentanti delle istituzioni e le comunità locali sui temi delle infrastrutture di rete e dei servizi per la mobilità ciclistica e per il cicloturismo.


Per l’edizione 2017 di BICISTAFFETTA, dal 24 al 30 settembre, FIAB ha scelto di mappare il tratto settentrionale della Ciclovia Tirrenica da VENTIMIGLIA a PISA per un totale di 444 chilometri, percorso identificato anche dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti come prioritario nei finanziamenti della ciclabilità nazionale, in considerazione dell’impegno già dimostrato dalle Regioni Liguria e Toscana sulla mobilità sostenibile.
Già in programma, lungo il tragitto, incontri istituzionali con i rappresentanti di Ventimiglia, Imperia, Savona, Genova, Gal Appennino Genovese e Comuni Ciclovia dell’Ardesia, Chiavari, Lavagna, Sestri Levante, Framura, Levanto, bassa Val di Magra.

La manifestazione è preceduta quest’anno da un prologo internazionale nella giornata di sabato 23 settembre, con pedalata da Ventimiglia a Mentone e ritorno, seguita da un incontro in cui si parlerà della realizzazione del collegamento transfrontaliero Italia / Francia e del completamento e riqualificazione delle passeggiate a mare con ciclabile in sede propria di qualità.

BICISTAFFETTA 2017 attraversa per intero la Liguria, regione che, con il programma Rete Ciclabile Ligure, ha coinvolto le amministrazioni locali e avviato un lavoro organico di potenziamento degli itinerari protetti da percorrere in bicicletta e di alcuni servizi a essi legati.
Un esempio su tutti è la Ciclovia del Parco Costiero del ponente ligure (da Ospedaletti a San Lorenzo al Mare), forse la più bella d’Italia con i suoi 24 km, recuperati dalla ferrovia dismessa. Pensata per i cicloturisti - con punti di sosta, luoghi di ristoro e accessi alla spiaggia - la Ciclovia del Parco Costiero del ponente ligure si rivela, come spesso accade per i percorsi che attraversano i centri urbani lungo un tratto di costa, di grande utilità anche per i residenti, che possono così spostarsi in bicicletta da un comune all’altro del litorale o godersi la ciclovia in occasione di gite ed escursioni domenicali.

“C’è ancora molto lavoro da fare – dice in proposito Antonio Dalla Venezia, consigliere nazionale FIAB e responsabile Bicitalia* – Nei momenti di confronto con gli amministratori locali e con i diversi portatori di interesse (associazioni, imprese turistiche, ecc.) programmati durante BICISTAFFETTA, intendiamo raccontare quello che il territorio può esprimere in tema di ciclabilità e di economia legata al cicloturismo. L’obiettivo è promuovere un nuovo impegno culturale affinché nei prossimi anni si riescano ad attivare i finanziamenti necessari a completare alcuni tratti cruciali, garantire collegamenti protetti tra i principali centri urbani, recuperare altri percorsi di ex ferrovia e consentire così al territorio di fare un salto di qualità”.

Tra gli interventi prioritari per FIAB: il tratto tra San Lorenzo e Andora con il recupero della ferrovia dismessa, che porterà da 24 a 44 km il percorso totale della «ciclovia di qualità» del Parco Costiero del ponente ligure; il ripristino e miglioramento della ciclovia dell’Ardesia (da Bassi di Tribogna a Lavagna che necessita di manutenzione ordinaria e straordinaria); e, sempre nella Riviera di Levante, il prolungamento fino a Deiva della ciclovia Framura/Levanto e il miglioramento del canale lunense con il collegamento con la Toscana.

Dopo aver pedalato per cinque giorni lungo la parte ligure della Ciclovia Tirrenica (programma dettagliato con tappe di seguito) BICISTAFFETTA tocca la Toscana nelle giornate di venerdì 29 e sabato 30 settembre.
“Già oggetto di studio di fattibilità da parte della Regione Toscana, questo tratto della Ciclovia Tirrenica non è ancora realizzato – spiega Antonio Dalla Venezia – E’ dunque fondamentale valorizzare gli interventi già esistenti, come i molti itinerari ciclabili tra Massa e Pisa o le ciclovie urbane di Massa Carrara e di Viareggio, ricucendo i diversi tratti. È necessario, inoltre, rendere ciclabile l’attraversamento del fiume Serchio, per dare continuità a un percorso che rappresenterebbe, così, un volano per il turismo sostenibile in bicicletta”.

Parallelamente parte proprio il 29 settembre, in senso contrario, una pedalata di due giorni organizzata da FIAB Grossetociclabile e Legambiente Grosseto, per promuovere idealmente il collegamento di BICISTAFFETTA fino alla Maremma. Da Grosseto in direzione nord il gruppo raggiunge il punto di arrivo di BICISTAFFETTA, per unirsi agli ambasciatori della manifestazione sabato 30 settembre al Parco San Rossore di Pisa.

Qui, il 30 settembre, ha luogo anche l'evento di lancio del progetto "Itinerari Turistici Sostenibili" del Programma Interreg Italia - Francia Marittimo promosso dalla Regione Toscana dal titolo “Mobilità e Turismo sostenibile: un’opportunità per la cooperazione transfrontaliera”. Esperti e rappresentanti istituzionali italiani e francesi affronteranno temi relativi ai finanziamenti europei e nazionali, alla governance e agli standard delle ciclovie.

Il turismo in bicicletta è in fortissima crescita e muove un bilancio di circa 3,2 miliardi di euro solo per l’Italia. Per avere un ritorno economico sul territorio sempre più interessante, è basilare lavorare nel breve tempo alla realizzazione delle infrastrutture necessarie a chi si muove sulle due ruote, a partire dai percorsi ciclabili. “Con BICISTAFFETTA vogliamo far presente a tutte le amministrazioni locali attraversate dalla Ciclovia Tirrenia che, finalmente, il Governo ha stanziato i primi fondi dedicati a questo tratto – aggiunge Giulietta Pagliaccio, presidente FIAB – I progetti per interventi mirati sono già nei piani regionali di Liguria e Toscana e nella bozza dei piani del Lazio dove la ciclovia prosegue fino a Roma. Quello che serve è dare seguito alle progettualità ed agire concretamente in modo celere”.

Tutti i cittadini sono invitati a unirsi agli ambasciatori di BICISTAFFETTA 2017 e a pedalare lungo la Ciclovia Tirrenica per un breve tragitto o per un’intera tappa giornaliera.