Grosseto: Domenica 28 novembre, alle ore 17.00 al Teatro degli Industri di Grosseto si chiude l'anno celebrativo per i 700 anni dalla morte del Dante Alighieri. La serata oltre ai saluti istituzionali è animata dal concerto della Corale Puccini, diretta dal Mo. Walter Marzilli. Il coro interpreta opere del suo repertorio e in prima assoluta le composizioni presentate al Concorso Internazionale per cori "Puccininsieme al Sommo Poeta" e premiate da una giuria di caratura internazionale.

E’ prevista la presenza in sala dei compositori premiati Marco Reghezza, Fausto Fenice, Girolamo Deraco e Mario Moi. Per completare l'omaggio al Sommo Poeta gli attori Fabio Cicaloni e Laura Sbrana Adorni recitano versi danteschi, tratti La Vita Nova, dal Purgatorio e dal Paradiso, ripresi nelle composizioni per cori presentate al concorso. Conduce la serata il giornalista Giancarlo Capecchi.

112 eventi messi in programma hanno caratterizzato l'anno dantesco in Maremma e sono stati voluti e organizzati da "La  Maremma per Dante Cultura della vita 1321 - 2021”, Comitato Celebrativo composto da 42 enti pubblici e privati. Diversi fattori hanno resto straordinaria la proposta celebrativa portata avanti dal Comitato con il coinvolgimento delle associazioni locali. Ciò ha permesso di fruire di conferenze tenute da riconosciuti accademici, di recite teatrali, di mostre d’arte e documentarie, di percorsi storici artistici e anche di attività ricreative adatte a coinvolgere un pubblico ampio. Il riconoscimento da parte di Carlo Ossola, Presidente del Comitato Nazionale nominato dal ministro Franceschini, e quello di Poste Italiane per il lavoro svolto a Grosseto e per aver proposto annulli filatelici su tavole di Carlo Rispoli, annulli considerati tra i migliori di quelli realizzati su tutto il territorio nazionale, confermano l’eccezionalità delle iniziative.

Molte le occasioni che hanno permesso di promuovere il territorio all’estero, in particolare durante le conferenze dedicate a esplorare quanto presente sia Dante nella cultura occidentale e non solo. Ampio è risultato il coinvolgimento del territorio della Maremma aldobrandesca e della sua gente. In diverse località della provincia si sono tenuti interessanti eventi teatrali, letterari, storici ed artistici. Domenica, quindi, ancora un ultimo appuntamento da condividere tutti insieme, in armonia con il valore della cultura, grazie alla quale è anche possibile superare un biennio di estreme incertezze. La partecipazione di tutti ripagherà due anni di intenso impegno.