IMG_20201229_160247.jpgProrogata l'apertura al pubblico della mostra del giovane artista ispirato da Caravaggio.

Grosseto: La mostra “Arcana Lux” con le opere di Federico Mattera, in arte Merisio, sarà in esposizione nella sala conferenze di Clarisse Arte fino a venerdì 29 gennaio, con apertura al pubblico dal martedì al venerdì con orario 10-13 e 16-19 (ingresso gratuito), rispettando le disposizioni di sicurezza anti-Covid.

merisio proroga.jpgLa rassegna – nell'ambito del ciclo “Cantiere delle arti” proposto dal Polo culturale Le Clarisse diretto da Mauro Papa – era stata inaugurata a fine ottobre e poi sospesa in seguito alla chiusura dei musei: ora la proroga, con qualche novità. A partire dall'esposizione. I visitatori infatti potranno ammirare quattro nuove opere: “Circolo di protezione mentale”, “L'angelo triste”,

“Il dono supremo” e “Castalia”. Sempre nello stile di Federico Mattera, che ha scelto lo pseudonimo di Merisio proprio celebrare il maestro a cui ispira la sua opera: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. «Nonostante il breve periodo di esposizione a fine 2020 – dice Mattera, nato a Orbetello nel 1992 – ho potuto constatare che la mostra ha avuto tantissime visite ed è stata molto apprezzata, come testimoniano anche i messaggi e le dediche nel registro dei visitatori. Questo mi rende felice. “Arcana Lux” propone un'arte che guarda al passato con un occhio al futuro, reinterpretando i concetti dell'arte barocca, tra surrealismo e metafisica, senza disdegnare la pura realtà delle figure, con scenari tendenti all'iperrealismo. Io nasco come pittore grazie a Caravaggio, ho imparato molto dalle opere del grande maestro, dunque mi è sembrato doveroso rendergli omaggio nel mio nome d'arte». E dopo “Arcana Lux”?

«Parteciperò all'annuario “Artisti 2021” di Mondadori, una pubblicazione che vede nella commissione critica, tra gli altri, nomi prestigiosi come Edoardo Sylos Labini, Angelo Crespi e Vittorio Sgarbi. E tra marzo e ottobre, a Ferrara, sarò presente con una mia opera al primo premio “Vittorio Sgarbi” con tanti altri artisti. Due progetti importanti, che richiederanno tempo, ma resto sempre aperto a proposte e iniziative legate alla mia terra, la Maremma».