Fino al 30 settembre 2020: partecipazione gratuita con scatti illimitati. Toscana come sempre prima regione.

Pisa: Ogni  anno  i volontari wikimediani organizzano in tutto il mondo “Wiki  Loves Monuments” (WLM).

WLM è il più grande concorso fotografico internazionale. L’obiettivo è raccogliere scattidi  monumentie siti per  documentare  e valorizzare l’immenso patrimonio storico,culturale, architettonico e paesaggistico del territorio con il supporto di privati e amministrazioni.  Le immagini sono usate poi sulla grande enciclopedia libera Wikipedia.

Siamo giunti alla nona edizione in Italia, promossa da Wikimedia Italia. La  premiazione  è  a  più  livelli regionale, nazionalee internazionale,  con  grande visibilità per i vincitori (autori degli scatti e beni culturali ritratti). Anche quest’anno il concorso locale dedicato alla Toscanaè tornato, grazie all’impegno della comunità di wikimediani in regione.L’organizzatore regionale principale è Alessandro Marchetti.

La Toscana è stata protagonista nel  2018, con quasi il 40% delle foto caricate in Italia. Nel 2019 e quest’anno è rimasta la prima regione italiana:sono state caricate finora circa2500 nuove foto pari al 30% del totale nazionale. La copertura è aumentata nel corso degli anni fino a raggiungere oltre gli 80 comuni aderenti. Il concorso è iniziatocome sempreil primo del mese e terminerà il 30 settembre.Siamo agli ultimi giorni perfare o selezionare degli scatti. La partecipazione è gratuitae aperta a professionisti e amatori e liberi cittadini che desiderano rendere libera e accessibile a tutti l’immagine dei luoghi preferiti delle loro zone. L’unico  prerequisito  è registrarsisu  Wikipediae accettare  lalicenza  d’uso Creative Commons BY-SA, cioè la licenza libera adottata suWikipedia.

Per  celebrare  l’edizione  in  corso, i migliori  20  scatti  fotograficidi  Wiki  Loves MonumentsItalia 2019,saranno i protagonisti di una mostraa Sansepolcro (AR) a partire dal 30 settembre. La premiazione quest’anno si terrà presso il comune di Prato il pomeriggio del 5 dicembre p.v. (h. 16:00)