Rinnovato tutto il Consiglio di amministrazione della Fondazione, formato da esperti locali e nazionali, fra cui il maestro Giorgio Battistelli.

Santa Fiora: La Fondazione Santa Fiora Cultura ha un nuovo Consiglio di amministrazione e un nuovo presidente. Il Comune con un avviso pubblico ha raccolto le candidature, individuando i componenti del nuovo cda, che sarà composto da professionisti di livello nazionale e da qualificati esponenti della comunità locale.

Fra i consiglieri della Fondazione vi è un nome importante del panorama musicale nazionale, Giorgio Battistelli, classe 1953 di Albano Laziale, affezionato frequentatore di Santa Fiora, musicista di grandissima esperienza, autore contemporaneo tra i più affermati della scena musicale internazionale, è stato insignito del titolo di Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura Francese nel 2003  e nel 2013 nominato Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. Solo per ricordare alcune delle esperienze lavorative della sua lunga carriera, Battistelli dal 2000 al 2005 è stato direttore artistico della società Aquilana concerti, dal 2005 al 2007 dell’accademia Filarmonica Romana, dal 2004 al 2007 direttore artistico della Biennale di musica di Venezia. Accademico di Santa Cecilia, dal 2011 al 2019 è stato direttore artistico dell’Orchestra della Toscana e dal 2020 è direttore artistico del Festival Puccini di Torre del Lago.

L’altro importante nome “esterno” che è entrato a far parte del cda della Fondazione Santa Fiora Cultura è Roberto Nicorelli, classe 1984, giornalista, con una laurea in biotecnologie mediche, un master in economia e una laurea in scienze dello spettacolo e produzione multimediale, ha ricoperto diversi incarichi istituzionali: consigliere di amministrazione  del teatro pubblico campano e del Teatro stabile nazionale di Napoli, presidente dell’stituzione Università civica di Nettuno, assessore alla cultura del Comune di Pomigliano d’Arco, consulente esterno dell’Accademia Nazionale di danza. E’ inoltre docente di produzione dei consumi culturali, new media e gestione dell’informazione all’Università di Napoli “Suor Orsola Benincasa” e ha partecipato come professore ospite presso il Departement Culture dell’Universitè di Lille. Ha inoltre partecipato come docente alle attività didattiche e seminariali del Master ‘Nuove professioni del cinema e dell'audiovisivo’, dell’Università RomaTre. Fanno inoltre parte del nuovo cda della Fondazione Santa Fiora Cultura due donne: Marianna Pizzetti, classe 1984, nata a Casteldelpiano, cittadina di Santa Fiora, da anni attiva nella Filarmonica ed in altre importanti compagini musicali; laureata in chimica e tecnologia farmaceutica, ricercatrice universitaria e autrice di pubblicazioni, attualmente lavora per GSK Vaccines srl di Siena e Alessandra Vichi, classe 1982, di Santa Fiora, laureata in psicologia e insegnante. Alla guida della Fondazione è stato nominato nuovo presidente Alessandro Ciaffarafà, che torna così ad occuparsi di Santa Fiora, con il bagaglio di conoscenze ed esperienze maturate durante il suo incarico di assessore nella prima Giunta Balocchi, dal 2017 al 2019.

“La Fondazione Santa Fiora Cultura – spiega il sindaco, Federico Balocchi – è il braccio operativo del Comune nell'ambito culturale, musicale e teatrale. Siamo orgogliosi di poter presentare un nuovo cda, che si arricchisce con l’ingresso di figure professionali di grandissima esperienza e di diversa provenienza, che ci consentiranno di entrare nel merito dei contenuti artistici e delle proposte culturali con la competenza necessaria per fare scelte coerenti con gli obiettivi che ci siamo dati. Crediamo nella cultura anche come motore di sviluppo, al punto da aver creato nel 2015 una istituzione culturale per Santa Fiora. E siamo felici di presentare questa nuova squadra, fresca di nomina: Alessandro Ciaffarafà è per noi una garanzia e le personalità che compongono il cda sono di indubbio valore. Auguro a tutti buon lavoro. Ringrazio i componenti del vecchio cda, Renzo Verdi, Viola Pomi e Eligio Macelloni, che con grande competenza hanno fatto nascere e portato avanti il teatro ed il Festival santafiorese.”

Il nuovo presidente e il nuovo cda rimarranno in carica per i prossimi tre anni. Le cariche di presidente e consigliere della Fondazione sono esercitate a titolo gratuito.

“Sono onorato di poter rappresentare la cultura di Santa Fiora ad alti livelli, attraverso l’importante  ruolo della Fondazione. – afferma il neopresidente, Alessandro Ciaffarafà- Prendo in eredità un’istituzione culturale solida, che si è fatta apprezzare negli anni grazie al lavoro di chi mi ha preceduto, a partire dall’ex presidente Renzo Verdi, che è stato l’ideatore stesso del Festival. Il nostro impegno per il prossimo triennio è quello di spingere l’acceleratore sulla qualità delle proposte culturali. La Fondazione è, e continuerà ad essere, motore fondamentale della cultura a Santa Fiora.”

Alessandro Ciaffarafà è stato assessore nella Giunta comunale di Santa Fiora dal 2017 al 2019 occupandosi di commercio, turismo, promozione del territorio, innovazione tecnologica, personale, politiche sociali e volontariato. Nato a Castel’Azzara nel 1955, è stato dipendente pubblico dal 1976, per oltre 30 anni, nel Comune di Castell’Azzara, dove ha ricoperto svariati ruoli di responsabile. Successivamente è stato dipendente del Comune di Grosseto, nello staff del sindaco Bonifazi, per due mandati, e infine è stato dipendente dell’Unione dei Comuni dell’Amiata, nell’ultimo anno e mezzo, prima di andare in pensione. Ha svolto incarichi paralleli come consulente del Consorzio Pisa Ricerche, consulente informatico per diversi enti, consulente in materia di usi civici.