Quattro incontri nella splendida tenuta Rocca di Montemassi tenuti dalle giornaliste e scrittrici Paola Alberti e Irene Blundo.

Roccastrada: Vuoi sollevarti sulla pesantezza del mondo, per dirla con Calvino, ignorando la rumorosità e l'aggressività dei nostri tempi e fare un'incursione nelle sconfinate praterie della fantasia, mettendoti in gioco e diventando tu, proprio tu, il creatore di un nuovo mondo, che è innanzitutto un meraviglioso gioco?
Quattro incontri, con le giornaliste e scrittrici Paola Alberti e Irene Blundo per scoprirsi e mettersi alla prova e chissà... anche per diventare un professionista della scrittura.

Si svolgeranno nella splendida cornice della tenuta Rocca di Montemassi, a Roccastrada.
Si può partecipare anche a un solo incontro. Per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria), contattare il numero 366.3807647.

Mercoledì 8 luglio (18:30-20:00)
“Il mio lavoro di scrittore è stato teso fin dagli inizi a inseguire il fulmineo percorso dei circuiti mentali che catturano e collegano punti lontani dello spazio e del tempo.” (Lezioni americane, Italo Calvino)
Paola Alberti: l'importanza del linguaggio, dell'identificazione e dello straniamento.
Scrivere è mettersi in gioco, utilizzando un potente strumento, il linguaggio. Le parole, al di là del loro significato, sono suoni e soprattutto energia che agisce sulla nostra psiche, rendendo possibile anche un'azione sulla realtà. Il potere delle parole è grande e ci permette anche di giocare allo straniamento o all'identificazione. Identificarsi in un'altra realtà – fiore, oggetto, animale etc – che racconti qualcosa di sé e che abbia a che fare con quello che ci si sente in quel preciso momento.
Irene Blundo: come si costruisce un blog culturale.

Mercoledì 15 luglio (18:30-20:00)
Paola Alberti: le regole per scrivere un racconto e un romanzo.
Entrare nel territorio del noir e del poliziesco, che è innanzi tutto un gioco con il lettore.
Irene Blundo: giornalismo culturale (interviste, eventi)

Mercoledì 22 luglio (18:30-20:00)
Paola Alberti: la trama e i personaggi per scrivere un romanzo.
Cliffhanger, show don't tell, flashback, twist e suspense.
Irene Blundo: giornalismo culturale (recensire un libro, presentare un libro in pubblico)

Mercoledì 29 luglio (18:30-20:00)
Paola Alberti: il/la protagonista del romanzo e le ragioni dell'antagonista.
Irene Blundo: come pubblicare un libro (case editrici vs self-publishing)


Irene Blundo, laureata con lode in Lingue e Letterature Straniere all'università di Siena, è giornalista e scrittrice. Per oltre 16 anni ha scritto per il quotidiano La Nazione del gruppo Poligrafici Editoriale. Si occupa principalmente di cultura e spettacoli, costume e società. Sulla Nazione ha curato una rubrica di recensioni di libri. Attualmente collabora con la rivista bimestrale ST Storia e storie di Toscana (Medicea Edizioni Firenze) e con il web magazine Uozzart dedicato a teatro, letteratura, arte e cinema.
Ha pubblicato 4 libri: “Bianciardi d'essai”, Stampa Alternativa (2015); “Grosseto nel fango, 50 anni dall'alluvione dei dimenticati”, Laurum Editrice (2016); “L'alambicco e la bambina”, Laurum Editrice (2016); “Mare di conchiglia”, Laurum editrice (2019).
Di libri, musica, cinema, teatro, arte, eventi culturali parla sul suo blog Entrevista (ireneblundo.wordpress.com) che viene letto anche all'estero. Esclusivamente di libri si occupa sulle pagine Facebook e Instagram “Un libro al volo” che ha creato recentemente.
Nel 2019 a Pisa ha ricevuto il Premio Europa per il suo impegno nel mondo della cultura.

Paola Alberti, laureata in Italianistica cum laude nell'Università di Pisa, è presidente del Premio Europa, l’unico in Italia riservato ai racconti noir al femminile. Ha conseguito un master in metodologie dell'informazione e in relazioni pubbliche, organizzato a Roma da Rai2 in collaborazione con l'Università di Urbino. È stata allieva di Vincenzo Cerami e di Dacia Maraini. Ha scritto per Panorama e Il Tirreno e ha condotto una rubrica tv sui libri. Ha fondato a Pisa nel ‘96 il Movimento letterario Penne arrabbiate. Suoi libri: la raccolta di racconti noir Il delitto si addice a Eva (Jaca Book, 2002), oggetto di una tesi di laurea della Ca’ Foscari di Venezia, Lezioni di cattiveria (2006), il libro-gioco  A cena con l’assassino (2009), il romanzo per ragazzi Angela, Lucio e le erbe cattive (2014), il giallo Contatti (2016) e il saggio Uno studio in giallo. Indagine sul poliziesco italiano (Ets, 2019). Suoi racconti sono presenti in trenta antologie. Tiene corsi di scrittura creativa in molte librerie della Toscana e in alcune scuole primarie e secondarie.
Nel 2018 ha ricevuto una menzione speciale nell'ambito del Premio letterario Parole Guardate per l'originalità di un corso di scrittura creativa per ragazzi dai 10 ai 15 anni “Giocare con le parole per imparare a ascrivere” della Fondazione Peccioli per l'arte. Ha fondato nel 2004 la Compagnia del delitto (www.cattivabambina.it), per cui cura la regia degli spettacoli e scrive i testi.