Stampa

Santinucci Pieraccioli Marconi Giuntini.jpgLa rassegna operistica è in programma il 3, 4 e 5 agosto 2020 sul Sagrato della Cattedrale. In cartellone Don Giovanni, Bolero, i Pagliacci e La Traviata.

Massa Marittima: Lirica in Piazza di Massa Marittima taglia il prestigioso traguardo delle 35 edizioni con un cartellone di grandi spettacoli, protagonisti dal valore internazionale e tante altre novità tra i quali anche un nuovo logo realizzato appositamente che sarà applicato su tutto il materiale promozionale.

Ieri in Comune si è svolta la conferenza stampa di presentazione del programma da parte del sindaco Marcello Giuntini, dell’assessore alla cultura Irene Marconi e della responsabile dell’ufficio cultura Roberta Pieraccioli. Le opere che andranno in scena sul Sagrato della Cattedrale in Piazza Garibaldi sono il Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart il 3 agosto, il Bolero di Maurice Ravel e i Pagliacci di Ruggero Leoncavallo nella stessa sera del 4, e a chiudere il cartellone il 5 agosto un classico tra i classici, la Traviata di Giuseppe Verdi.

massa marittima.jpgInizio spettacolo ore 21.15. La manifestazione è organizzata dal Comune di Massa Marittima, prodotta da Europa Musica di Roma, direttore artistico Renzo Renzi con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica e il Coro Lirico Italiano.

Inoltre, per celebrare al meglio la 35 esima edizione della rassegna, è previsto un ricco programma di eventi collaterali che si svolgeranno in varie parti della città. Lirica in Piazza è nata nel 1986 per valorizzare, con un evento culturale di qualità, la piazza di Massa Marittima e la Cattedrale di San Cerbone, in stile romanico pisano, che fa da quinta di teatro. In tutti questi anni la manifestazione non ha mai subito interruzioni e si tiene ogni anno dal 3 al 5 agosto, con un’evoluzione in particolare per quanto riguarda le scenografie passate dalle quelle classiche dipinte a quelle moderne e modulari e all'uso di video proiezioni, luci e tecnologie multimediali per caratterizzare meglio la scena.

Anche la programmazione è stata rivoluzionata e si è passati dal mettere in scena due opere e due repliche a tre opere diverse in tre serate. “Grazie a queste innovazioni Lirica in Piazza, è diventata una manifestazione unica nel suo genere - ha detto il sindaco Marcello Giuntini- , tra le poche che ha saputo mantenersi nel tempo e rinnovarsi e che ogni anno vede crescere il suo pubblico offrendo al territorio ed anche ai turisti, una manifestazione di qualità. Con questa nuova edizione vogliamo celebrare al meglio i 35 anni della rassegna, alzando l’asticella con una proposta di valore internazionale che però si lega anche alla dimensione del nostro territorio”.

massa lirica 35 edizione 2020.jpg“L’edizione del 2019 si era chiusa con il tutto esaurito del Flauto Magico di Mozart, e quest’anno si riparte proprio da Mozart con una delle sue opere più eseguite al mondo, il Don Giovanni – ha spiegato Irene Marconi assessore alla cultura del Comune di Massa Marittima -, in questo modo vogliamo unire idealmente il cartellone del 2020 a quello del 2019 con la speranza di ottenere lo stesso successo di pubblico.

Ma un’altra novità che vuole contraddistinguere la 35 esima edizione è l’apertura del festival a tutta la città e il coinvolgimento nel programma delle nostre realtà che operano nella musica. Lirica in Piazza appartiene ai massetani e tutta la città la vuole vivere da protagonista. Per questo stiamo allestendo un programma di eventi collaterali che si svolgeranno in altri luoghi oltre la piazza in modo di valorizzare non solo la rassegna ma tutta la città.

Ci sarà un concerto del Coro di Santa Barbara, la Scuola di Musica Don Omero Martini sarà protagonista con l’esecuzione del loro saggio e l’Associazione Amici della Musica si esibirà in un grande concerto. Uno spettacolo si terrà anche al Cassero organizzato da Europa Musica con ospiti esterni. Accanto a questi contributi – ha concluso l’assessore - si ripropone la collaborazione con la Pro Loco per la logistica, con l’Associazione Danz’art e la Società dei Terzieri”.

Per quanto riguarda le singole opere nel Don Giovanni la regia è affidata a Gianmaria Romagnoli mentre l’orchestra sarà diretta da Claudio Maria Micheli. Invece per la serata del 4 agosto è stato pensato di riportare i Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, orchestra diretta da Jacopo Sipari, con un allestimento completamente nuovo rispetto a quello del 2015 che sarà preceduto da un titolo di grande richiamo, il Bolero di Maurice Ravel. L’opera sarà rappresentata con una coreografia originale realizzata dal ballerino e coreografo Gennaro Siciliano.

L’intenzione è quella di creare un filo ideale che leghi la coreografia del Bolero con i personaggi dell’opera di Leoncavallo. La Traviata di Giuseppe Verdi è stata presentata sempre come i Pagliacci nel 2015 ma sono state numerose le sollecitazioni affinché venisse inserita nuovamente nel programma del festival. Il nuovo allestimento verrà realizzato in collaborazione con la Fondazione Boris Christoff e la regia affidata al celebre basso bulgaro Orlin Anastassov e la direzione musicale affidata a Maurizio Morgantini.

“Ogni anno il nostro obiettivo è quello di cercare qualcosa che dia un valore aggiunto ai tre titoli operistici che vengono presentati – ha fatto sapere Renzo Renzi direttore artistico di Europa Musica -, rendendo sempre originale rispetto agli altri festival la proposta di Lirica in Piazza. In occasione della produzione del Don Giovanni verrà sottoscritto un protocollo d’intesa con il Concorso Internazionale di Canto “Ottavio Ziino” con la direzione artistica di Wally Santarcangelo e la presidenza, per l’edizione che si è conclusa a Roma nel dicembre 2019, con la direzione musicale di Donato Renzetti. La compagnia del Don Giovanni – prosegue Renzi - sarà selezionata tra gli oltre 300 candidati che si sono presentati alle prove eliminatorie tenute a Parigi, Madrid, Vienna, Tiblisi, Milano e Roma.

Questo è un grande progetto che si svilupperà e darà una continuità a Lirica in Piazza nel corso di tutto l’anno creando un ponte con i centri di produzione più prestigiosi d’Europa”. Anche per questa edizione i possessori del biglietto di Lirica in Piazza potranno accedere a tutti e quattro i musei della città con il biglietto ridotto. Le prevendite inizieranno ai primi di febbraio sia online su www.boxofficetoscana.it che in tutti i Punti Vendita Ticketone.

Inoltre a partire da questa edizione sarà possibile acquistare i biglietti presso i punti vendita Coop di Massa Marittima, Piombino e Follonica grazie ad un accordo tra Coop e Box Office. Info: www.liricainpiazza.it o sulla pagina Facebook della rassegna.

Categoria: CULTURA & SPETTACOLO
Visite: 369

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information