Grosseto: Giovedì 16 Gennaio alle ore 18,00 presso l’Aula Magna dell. IIS “Polo Bianciardi” di Grosseto, l’associazione A.Gi.Mus. inaugurerà la stagione musicale 2020 con il concerto del  venticinquenne pianista e compositore calabrese Antonio Morabito;  diplomato con lode e menzione d’onore, Morabito è vincitore di concorsi e borse di studio fra cui la più recente, ottenuta dalla Commissione Europea, attraverso la quale ha concluso un master col massimo dei voti presso il Conservatorio “J.Rodrigo”di  Valencia in pianoforte, musica da camera e direzione di coro.

Ma ritorniamo agli organizzatori: un direttore artistico competente ed esperto, un direttivo di musicisti professionisti, uno staff di appassionati e una grande attenzione alla musica, al territorio, ai giovani, alla solidarietà rendono A.Gi.Mus. un pilastro del panorama musicale e culturale grossetano.
Tre i progetti che l’associazione presenterà al pubblico: la rassegna Giovani in musica, la stagione concertistica La voce di ogni strumento e la serie Musica in ospedale. “Uno dei principali obiettivi dell’associazione A.Gi.Mus, nata a Roma nel 1949 per volere dell’Ente morale della Farnesina e presente su tutto il territorio italiano tramite le Sezioni Locali – ci dice il direttore artistico Gloria Mazzi -  è quello di valorizzare il patrimonio musicale e far conoscere al pubblico le eccellenze musicali giovanili. 10 sono i concerti che abbiamo dedicato a giovani talenti, provenienti da varie parti d’Italia ma anche da Grosseto!”

“Teniamo moltissimo anche alla serie di concerti che organizziamo presso l’auditorium dell’Ospedale Misericordia di Grosseto – interviene la vicepresidente Patrizia Varone -, sei concerti di genere vario a ingresso gratuito, dedicati ai pazienti, alle loro famiglie, al personale medico e paramedico e aperti al pubblico: per portare la bellezza, l’armonia, momenti di serenità e di piacere in un luogo di sofferenza ma anche di cura”.
Dulcis in fundo, Agimus da quest’anno comprenderà anche la stagione musicale La voce di ogni strumento, già presente sul territorio con una programmazione che spazia nei generi e nelle proposte: “sono orgogliosa del percorso fatto in questi anni – riprende Gloria Mazzi – tanto impegno e tanta fatica ma di anno in anno ho visto questa stagione crescere in maniera esponenziale, il pubblico aumentare sempre di più, le istituzioni e le imprese del territorio sempre più vicine e cooperanti, gli artisti venire con piacere, la solidarietà verso le Associazioni che seguiamo incrementarsi…. e poi patrocini importantissimi come quello del Ministero della Difesa e quello della Regione Toscana, la collaborazione con le Forze Armate di stanza a Grosseto, che hanno aperto le loro porte al pubblico per la realizzazione di concerti bellissimi, la collaborazione con il Liceo Musicale che ospita la nostra sede e con i suoi studenti che svolgono con noi attività di alternanza scuola/lavoro facendo tante esperienze musicali….”

“Fra le prossime attività organizzate presso il liceo musicale ricordiamo la mostra di strumenti ad arco realizzati da un gruppo di giovani liutai cremonesi – dice il segretario dell’associazione, Claudio Cavalieri – martedì 14 gennaio dalle 15,00 alle 17,30, con tanti strumenti di liuteria da vedere e da provare”.
Insomma, una sezione A.Gi.Mus. molto attiva quella di Grosseto, portatrice di musica, cultura, sinergie, solidarietà, passione ed entusiasmo. Ad maiora!