Sabato 3 Agosto - ore 19:00 - Andrea Kerbaker, "Celebrity". Intervista di Giulia Cerasoli, letture Marta Mondelli.

Ore 21:30 - Stefano Zenni, "Louis Armstrong. Satchmo: oltre il mito del jazz". Con Enrico Rava, letture Giulia Nervi.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Capalbio: Sul palco di Capalbio Libri sabato 3 agosto saranno protagonisti due libri: il primo dedicato al romanzo Celebrity di Andrea Kerbaker, autore attento al mondo del libro e all’organizzazione culturale, il secondo al saggio di Stefano Zenni dedicato ad un mito musicale del jazz, Louis Armstrong. Una vera e propria lezione di jazz, insieme ad un grande interprete, il trombettista italiano più famoso al mondo Enrico Rava.

"Celebrity". Giuseppe “Pino” Scannadinari ha 24 anni, non ha studiato, lavora come barista nel bar del paese e vive ancora con i genitori. Fragile, timido, impacciato, Pino si sente ignorato da tutti, soprattutto dalle donne. La sua è una vita come tante, banale e monotona, finché un giorno partecipa a un popolare quiz televisivo, e aspetta con impazienza che la puntata vada in onda per godersi i suoi quindici minuti di celebrità. Ma la vita reale si rivela ben diversa da quella televisiva, con le sue scorciatoie verso il successo, e la vicenda prende una strada del tutto inattesa, che porterà Pino a una svolta imprevista, forse in grado di garantirgli la notorietà che ha sempre sognato.

Andrea Kerbaker (Milano, 1960) ha scritto romanzi, racconti e opere di saggistica, spesso dedicate alla passione per il mondo del libro. Organizza iniziative culturali per altri, e in proprio presso la Kasa dei Libri. Vive a Milano con la moglie; ha tre figli sparsi per il mondo che, ovunque siano, non possiedono la televisione.

"Louis Armstrong. Satchmo: oltre il mito del jazz". Attraverso la parabola esemplare di una vita che nasce dalla miseria di New Orleans e culmina nella fama universale, Satchmo ha lasciato un’immensa eredità musicale: la trasformazione stilistica della tromba, l’invenzione del solismo jazz, la radicale rivoluzione del canto. Ma dietro il consumato intrattenitore umoristico e geniale – che pure ha cambiato il corso della storia – c’è molto altro: ci sono l’attore di cinema, lo scrittore compulsivo, il cittadino sostenitore dei diritti civili, lo sperimentatore di tecnologie, il professionista accorto nel difficile mondo del jazz, il creativo che lavora sul linguaggio e sulle immagini. A più di vent’anni dalla prima edizione, questo libro celebra in una versione ampliata e aggiornata la musica, i retroscena, l’uomo, le azioni, le idee e le parole dell’artista afroamericano più influente del nostro tempo.

Stefano Zenni (Chieti, 1962) insegna Storia del jazz e della musica afroamericana presso il Conservatorio di Bologna e Storia della Musica presso la scuola di teatro L’Oltrarno del Teatro della Pergola di Firenze, diretta da Pierfrancesco Favino. Dal 1998 è direttore artistico della rassegna Metastasio Jazz presso il Teatro Metastasio di Prato. È stato direttore artistico del Torino Jazz Festival dal 2013 al 2017. Dal 2012 tiene con successo il ciclo “Lezioni di jazz” presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Candidato ai Grammy Awards come autore di note di copertina, collabora da anni con Rai Radio3. Per Stampa Alternativa ha pubblicato: volumi su Herbie Hancock e Charles Mingus, oltre a I segreti del jazz (Premio Migliore libro di saggistica su musica internazionale 2007-2008 al 1° Festival del Libro Musicale di Sanremo) e Storia del jazz. Una prospettiva globale. Del 2016 è Che razza di musica. Jazz, blues, soul e le trappole del colore (EDT).