Stampa

di Vittorio Patanè

Albinia: La "maremmana" Roberta Ancona , sarà Mater Matuta. La  kermesse si svolgerà il  3 Agosto nella suggestiva piazza Tommaso Reggio  a Trioria, in provincia di Imperia, dove Roberta Maria Michela Pontraldolfo, questo il vero nome dell'artista, renderà omaggio all'arcaica divinità italica associata all'aurora, al parto, alla rinascita.  Un tributo  al sacro femminino il suo,  attraverso quella che lei stessa definisce come una parte della comunicazione visiva, la fotografia, l'unica in grado di far giungere in ognuno di noi, quel flusso di energia che, oltre ad espandersi in ogni direzione, si eterna nella memoria.

Va ricordato come Roberta Ancona, sia scenografa, laureata all'accademia delle Belle Arti di Roma, dove  ha coniato  la "Scenografia del Pensiero". Origini pugliesi e naturalizzata maremmana, sceglie  proprio la Maremma , in questa occasione, come  il luogo adatto per auto scattarsi in un contesto paesaggistico unico nel suo genere, con l'intento  attraverso un  percorso fotografico  di comunicare non solo il suo Pensiero rispetto a se stessa, in quanto bambina, Donna, madre e corpo,ma utilizzandosi affinché lo stesso, divenuto scultura vivente, in questi scatti trasmetta l'essenza femminile in tutta la sua struggente catarsi dove argilla, sale, sabbia, sole e mare fanno da elementi fondanti per la comunicazione di una condizione umana tutta da percepire, sentire, ascoltare.

Non vi è dubbio che Roberta Ancona con questi scatti  riesca a tramettere a far percepire all'osservatore tutti i sensi, nessuno escluso , invitandolo, in primis , all'ascolto oltre che all'osservazione in tutte le sue sfumature più profonde. "Tutto questo - afferma la Pontrandolfo - avviene mediante un  contatto animico/empatico che cerco di esprimere, far percepire". A rendere omaggio  a Mater Matuta a Trioria, Roberta non sarà sola, con lei Lucia lo Cascio che presenterà un reading di poesie e Paolo Portone che terrà una conferenza intitolata “In principio era la Dea. I volti del sacro femminino in Italia dall antichità agli albori della modernità”.

La brava e bella  Roberta Ancona,  spera di replicare  presto la mostra in Maremma, nella sua terra. “Sarebbe molto bello e importante per me - dice -. Vivo in maremma da più di trent'anni, mi sento maremmana a tutti gli effetti, ho scelto questa terra per auto scattarmi, perché questa terra è parte di me stessa, anche espressione di ciò che sono. Per questo mi farebbe davvero piacere presentare li il mio lavoro". Un opportunità, aggiungiamo noi, che la maremma non può e non deve perdere, che saprà cogliere. Almeno è ciò che ci auguriamo.

Categoria: CULTURA & SPETTACOLO
Visite: 291

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information