Santa Fiora: Il 2 Agosto nella suggestiva cornice della Pieve delle Sante Flora e Lucilla Il Festival di Santa Fiora propone un inusuale duo con Luca Benucci, primo corno del Maggio Musicale Fiorentino e Sara Otello all’arpa.

Eseguiranno brani come l’Ave Maria di Giulio Caccini, l’Adagio di Benedetto Marcello e il Notturno di Johann Strauss e arie d’opera come Nessun dorma  e E lucevan le stelle di Giacomo Puccini oltre all’Intemezzo dalla Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, un repertorio concepito appositamente per il contesto dove si terrà il concerto, la Pieve delle SS Flora e Lucilla, all'interno della quale sono conservate numerose opere d'arte e in particolare le robbiane, terracotte rinascimentali dell'artista Andrea della Robbia, eseguite tra il 1464 e il 1490. Tra le principali si ricordano un Battesimo di Cristo davanti al fonte battesimale; l'Ultima cena, la resurrezione e l'ascensione di Cristo sul pulpito; una pala con la Madonna della Cintola fra i santi Fiora, Tommaso, Francesco e Giorgio; il tabernacolo con l'Eterno Padre in gloria fra i cherubini e angeli adoranti; il Crocifisso detto di San Biagio, nella parete di destra e originariamente collocato presso il cimitero; la pala d'altare strutturata a trittico con al centro l'Incoronazione della Vergine e ai lati san Francesco stimmatizzato e san Girolamo penitente.

Luca Benucci
La grande carriera concertistica e didattica di Luca Benucci si estende per oltre 30 anni e lascia un segno indelebile sulla scena musicale internazionale.
Fine esecutore in tutti i generi musicali, sotto la direzione dei direttori d'orchestra più importanti del nostro tempo, si cimenta nel Jazz, musica da camera e programmi da solista, collaborando con jazzisti, virtuosi della classicq e le stelle del pop/rock.
È inoltre l'ideatore di nuovi metodi pedagogici intenti a superare le difficoltà legate alle performance e perfezionare la metodologia pratica; con questa sua esperienza, ha arricchito e influenzato positivamente le vite di numerosi professionisti e studenti di tutto il mondo.
È stato invitato a suonare come Primo Corno ospite in molte prestigiose orchestre come la Chicago Symphony Orchestra, i Berliner Philharmoniker, la Staatskapelle Solisten Berlin, la Super World Orchestra, la Israel Philharmonic, il Teatro alla Scala di Milano, il Concertgebouw di Amsterdam con il Palau de les Artes Reina Sofia di Valencia e con la Master World Orchestra.
Dal 1995 ricopre il ruolo di Primo Corno del Maggio Musicale Fiorentino, sotto la direzione di Zubin Mehta.

Quando non lavora in orchestra, si dedica ai suoi numerosi progetti che svolge in collaborazione con numerosi artisti e musicisti in formazioni cameristiche quali: il Nuovo Quintetto Italiano, Italian Wonder Brass e il Pop Horn Ensemble.

Benucci è inoltre il fondatore e direttore artistico dell'Italian Brass Week Festival che è giunto alla sua XVIII edizione, un festival internazionale dedicato al mondo degli ottoni, che ha il fine di fornire un'istruzione di livello superiore facilmente accessibile a studenti provenienti dall'Italia e da tutto il mondo.

Ha anche fondato organizzazioni musicali e gruppi come l'Italian Chamber Orchestra, la Mimesis Formazione, il Maggio Formazione, la Sardinia Brass Festival, il Santa Fiora in Musica, le Note di Viaggio e i Meet the Soloists ed è vicepresidente della World Brass Association.
Tiene masterclass nelle più acclamate università e nei conservatori di tutto il mondo, tra cui Boston University, Roosevelt University, Juilliard School of Music, Curtis Institute of Music, Boston Conservatory, Indiana University, Illinois State University, Mannes School of Music in New York, Puerto Rico Conservatory of Music, Manaus University, Puebla Conservatory, Conservatorio di Danzica, Ankara University, Ionian University of Corfu, Maastricht Conservatory, Barcelona, Madrid and Valencia Conservatory, Tel-Aviv and Jaffa Universities, Musashino Music College of Tokyo, i conservatori di Shanghai, Singapore, e Beijing.

Ha collaborato come coach di ottoni e fiati con molte orchestre tra cui la World Youth Orchestra, Gustav Mahler Jugend Orchester, Israel Philharmonic Youth Orchestra, Hiroshima Symphony, Belgrade Philharmonic e Costa Rica Symphony.

È stato invitato, come corno solista e docente ospite, in prestigiosi Festival in ben 4 diversi continenti, collaborando con solisti e direttori come C. Abbado, R. Muti, D. Baremboim, S. Rattle, W. Sawallisch, G. Pretre, G. Sinopoli, C.M. Giulini, G. Dudamel e Zubin Mehta.

Sara Otello
Si diploma in arpa nel 1992 al Conservatorio “L. Cherubini di Firenze” sotto la guida della Professoressa E. Rossi. Nel ’92 vince una borsa di studio alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Giovanissima inizia l’attività concertistica sia come solista che in formazione cameristiche collaborando con le prime parti delle più importanti orchestre italiane e straniere. Si è esibita in duo con D. Clevenger, primo corno della Chicago Simphony Orchestra; con M. Marasco, primo flauto dell’Orchestra Regionale Toscana e solista di fama internazionale; con P. L. Horvat, spalla dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze; con L. Benucci, primo corno dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino; con F. Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro alla Scala; con A. Oliva, primo flauto dell’Orchestra Santa Cecilia; con A. Dell’Ira, prima tromba dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Ha seguito corsi di perfezionamento con J. Liber, prima arpa della Israel Philarmonic Orchestra, con G. Albisetti solista e con C. Antonelli solista.