E poi Sabato sul palco anche la band grossetana Overfly in "From Genesis to the Other Side of Prog".

Grosseto: Giovedì 14 il Circolo Khorakhanè ospiterà i giovani grossetani "2 identità" sul palco di Spazio 72, con inizio alle ore 21:30.

Negli anni 90 artisti come Neffa, Subsonica, Daniele Silvestri e Casinò Royale portarono in Italia una forte contaminazione di generi e stili capaci di influenzare la musica di due giovani autori toscani.

Nobraino,The Sweet Life Society, Espana Circo Este, Quartiere Coffee sono soltanto alcune delle aperture collezionate tra le oltre 120 date eseguite a cavallo del 2014 / 2017 nei vari club e festival con i due progetti Scat Plaza ed Affordance.

Hanno realizzato svariate produzioni studio tra cui L'EP "Non c'è più tempo" (uscito per la label partenopea La Carestia) e il disco "So Pop Era interamente autoprodotto.

Due identità nasce nel 2018. Un nome fortemente ispirato ai continui cambiamenti che si sono susseguiti negli anni e che hanno fatto cambiare volto ai due fondatori che hanno deciso di farne il loro brand.

Il 30 Aprile 2018 sono stati invitati al Balcony TV Bologna, sopra palazzo del municipio in Piazza Maggiore che ha ospitato artisti come Zen Circus,Willie Peyote, Murubutu,Pan del Diavolo,Tricarico, Cimini, Camillas e molti altri.

Due identità anche nella musica. Una faccia cantautoriale italiana con radici rock d'oltremanica e l'altra faccia funk / hip hop figlie dell' R&B dei primi anni 90.


Sabato 16 il Circolo Khorakhanè ospiterà sul palco di Spazio 72 la band grossetana Overfly in "From Genesis to the Other Side of Prog"

Alex Camaiti (voce e chitarra), Diego Innocenti (tastiere) e Aldo Milani (flauto e sax) rivisitano la grande stagione del progressive rock degli anni 70.
Un viaggio intimo nei brani che hanno fatto la storia dai Pink Floyd ai Genesis, dai King Crimson ai Jethro Tull.