Tarquinia: “Aspettando il Natale 2018” fa il pieno di solidarietà. Il concerto organizzato dal Lions Club Tarquinia riempie la sala consiliare del palazzo comunale di Tarquinia e conquista il pubblico presente, unendo la bellezza della musica a quella della solidarietà.

Da una parte la perfetta esibizione della Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana sottolineata più volte dagli applausi della platea.

Dall’altra il racconto dei genitori di Marco e Francesco, i fratellini di Cerveteri affetti dalla rarissima malattia di Batten cui era dedicata la manifestazione con una raccolta fondi e in procinto di partire per gli Stati Uniti, in Texas, per un consulto e iniziare tra qualche mese delle cure sperimentali.

“Fare del bene è la missione del Lions Club. – afferma il presidente, l’avvocato Paolo Pirani – Farlo con un concerto che ha portato centinaia di persone al palazzo comunale e con la Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana è ancora più bello. Nel 2019 festeggeremo mezzo secolo di vita. 50 anni dedicati alla solidarietà. Nei prossimi mesi saremo impegnati in alcune importanti iniziative per sostenere l’ospedale di Tarquinia e progetti a favore delle donne e della fasce sociali più deboli”. Dal Nabucco e dalla Traviata di Giuseppe Verdi al Danubio Blu di Joahn Strauss, fino alla Norma di Vincenzo Bellini, la Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana ha confermato la fama che la precedeva.

“I componenti provengono dalle più prestigiose bande italiane. – afferma la presidente dell’Accademia Tarquinia Musica e direttrice artistica del concerto Roberta Ranucci – Una realtà che nasce nel 2007 e svolge un’intensa attività concertistica in tutta Italia. Abbiamo avuto onore di ospitarla e la città ha risposto molto bene. Forse è stata l’edizione migliore. E toccante è stato ascoltare la testimonianza del papà di Marco e Francesco. Le persone presenti hanno dimostrato tanta generosità”. Aspettando il Natale 2018 è stato patrocinato dal Comune di Tarquinia.