Grosseto: Nelle belle sale della Caffetteria Carducci a Grosseto si è aperta mercoledì  scorso la mostra personale di Patrizia Rechichi “Il mio mondo al contrario” che vede esposte sue opere di varie dimensioni realizzate in questi ultimi anni.

L’artista è diplomata liceo classico e vive e lavora all’Argentario, a Porto Ercole, sin da piccola mostra di avere particolare capacità creatività che negli anni diventa una vera e propria passione, il suo è infatti un importante percorso artistico fatto di sperimentazioni con realizzazioni di tante opere di tutte le dimensioni che raffigurano spesso in modo fiabesco immagini in apparenza semplici ma ricche di significati simbolici, visioni di sogni, ricordi lontani e vedute del suo territorio.

La pittrice dipinge la realtà intorno a lei come la percepisce, fantasticandola e riportandola nei dettagli che ritiene più significativi, senza seguire una scaletta di regole stilistiche, nella migliore maniera Naif. La sua tavolozza è piena di colori allegri che usa con accostamenti di grande eleganza, qualche tonalità di essi corrisponde al colore acqua marina dei suoi occhi e al biondo lucido dei suoi capelli.

Patrizia Rechichi ha contribuito alla fondazione dell'associazione locale "Il Girotondo" organizzando laboratori creativi per bambini e corsi di Counseling Junior. Di recente ha partecipato alla mostra collettiva allestita alla Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano dal titolo “Lampi di creatività, donne alla ricerca di sè”, alla mostra “Tre artiste e un gallerista” alla galleria ARTEMARE, al concorso per rappresentare artisticamente la torre di Capo D'Omo del Promontorio e alla manifestazione Gustatus di Orbetello, esponendo le sue opere nella via degli Artisti appositamente allestita.

Dipingere è un dono e lo stile è quanto di più personale si possa avere, chi ce l’ha non deve sciuparlo e Patrizia Rechichi ha già dimostrato di averlo, affinando nel tempo lo stile e provando piacere nel farlo, trovando così la sua strada nella pittura fatta di segni, colori e composizioni, frutto di un intento narrativo interiore che la pittrice ha la fortuna di saperlo esprimere artisticamente.  La presentazione dell’artista è stata scritta dal comandante scrittore Daniele Busetto.

L’esposizione di quadri è visitabile al Bar Carducci in Corso Giosuè Carducci 18 a Grosseto fino al 27 dicembre 2018, negli orari della Caffetteria.