museo manciano.jpgGrosseto: “Turismo, musei e accoglienza. Dialogo tra i Musei di Maremma, gli operatori e i nuovi Ambiti Territoriali Turistici” è il titolo di una convegno che si svolgerà giovedì 22 novembre alle ore 9.30 al Museo di Storia Naturale della Maremma, strada Corsini 5, a Grosseto.

Un evento organizzato dalla Rete Musei di Maremma insieme alla Regione e alla Provincia, che si prefigge lo scopo di creare un momento di incontro e riflessione che coinvolga tutti i soggetti che in Maremma lavorano su più livelli nel settore turistico e culturale. In questo contesto i Musei di Maremma, che riuniscono 54 tra musei, aree archeologiche, spazi espositivi pubblici e privati della Provincia di Grosseto, racconteranno chi sono e quali strumenti sono stati messi in campo in questi anni mettendo questi dati a disposizione di chi ha interesse ad utilizzarli.

Altro tema che sarà affrontato quello dei parchi e del loro ruolo ed esperienze nel campo turistico. Inoltre dopo la recente costituzione dei nuovi Ambiti territoriali turistici, che in Maremma sono tre (Maremma area Nord, Maremma area sud e Amiata,  la conferenza rappresenterà un momento per fare il punto sullo stato di avanzamento di questa riforma e quale sarà il rapporto tra promozione turistica locale e le politiche regionali. Tra i relatori della conferenza, divisa in varie sessioni tematiche, ci saranno Irene Lauretti presidente della Rete Musei di Maremma, la coordinatrice Roberta Pieraccioli, Paolo Chiappini direttore di Fondazione Sistema Toscana, Andrea Benini sindaco di Follonica capofila dell’Ambito Turistico Maremma Toscana area Nord, Luca Agresti vicesindaco di Grosseto capofila Ambito Turistico Maremma Toscana area Sud, Lucia Venturi presidente del Parco della Maremma, Lidia Bai presidente del Parco Minerario Colline Metallifere e la direttrice Alessandra Casini e infine Sabrina Busato presidente Feisct (Federazione Europea Itineari Storici Culturali Turistici).

Per informazioni e partecipazioni tel. 0564616276, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   www.museidimaremma.it