Chiesa di San Rocco - Marina di Grosseto, 17 agosto ore 21:15. In occasione dell'anniversario del grande incendio del 2012.

Marina di Grosseto: Siamo giunti alla sesta edizione del Concerto per la Pineta, appuntamento nato per ricordare l’anniversario del grande incendio che nell’agosto 2012 ne aveva bruciato e distrutto una parte importante, estesa ben 55 ettari.

Quest’anno il concerto lirico vanta la partecipazione di prestigiosi artisti: Alessandra Rossi, soprano Livornese, ma grossetana di adozione, al fianco del soprano  Lucia Golini,  da poco rimpatriata in Maremma dopo una parentesi Piemontese, e Antonella Biagioni, soprano da anni anima ispiratrice dell’evento, accompagnate al pianoforte dal Maestro Francesco Iannitti Piromallo, musicista, attivo compositore e direttore Grossetano, di ritorno da un Concerto in Giappone.

La serata  musicale è dedicata a famose arie e duetti di G. Donizetti, G. Puccini, G. Verdi, V. Bellini, W. A. Mozart e altri.

Come spiega Antonella Biagioni: “E’ splendido che questi artisti abbiano accettato di cooperare all’evento: apparteniamo tutti alla grande famiglia dei musicisti Grossetani ed è un segno di serena condivisione interagire per una buona causa, e farlo gratis. Inoltre Alessandra Rossi è stata l’insegnante sia mia, che di Lucia, ed è quindi con grande emozione che le ho invitate”.

Anche quest’anno il Concerto sarà accompagnato da testimonianze e ricordi sul valore della nostra Pineta monumentale, nonché dalla video-proiezione di immagini sulla ricchezza naturalistica di questo ecosistema, che vanta una delle storie più antiche tra le Pinete litoranee della penisola, e possiede molte altre peculiarità ambientali, ai più sconosciute.

“In questi anni il Concerto –narra Antonella Biagioni – nato inizialmente come atto di amore in  risposta alla ferita dell’incendio, e anche alle laceranti pratiche post-incendio che ne seguirono,  è diventato un’importante occasione per richiamare l’attenzione sulla Pineta come elemento centrale del territorio, dell’identità e della cultura locale. Divulgandone la conoscenza scientifica, grazie anche al contributo di naturalisti, ecologi, ornitologi, biologi, accademici, forestali, docenti e ricercatori universitari. Sembrerà strano, ma delle eccellenze particolarissime che caratterizzano soltanto la nostra Pineta tra Marina di Grosseto e Castiglion della Pescaia non si parla mai abbastanza, perché per lo più se ne celebra l’aspetto paesaggistico e monumentale: mentre se ne ignorano la storia, le peculiarità della flora e fauna, e il valore eccezionale per il clima, l’attività all’aria aperta e la salute di quanti la frequentano o vi abitano accanto”.

La serata sarà accompagnata da un reportage fotografico del grande incendio del 2012, e dalle immagini di orchidee spontanee, uccelli rari e altre eccellenze naturalistiche, proprie della Pineta.
“Questa iniziativa, come altre analoghe – prosegue Antonella Biagioni - testimonia l’esistenza negli abitanti di Marina di quel prezioso senso civico che sta alla base della società. Quel sano attaccamento al territorio, al di là di ogni interesse economico o finanziario, confermato anche da altre pratiche spontanee, come la pulizia periodica di spiaggia, del bosco e degli spazi urbani, dai turni volontari di sorveglianza contro gli incendi, e via dicendo… Frutto dell’impegno di cittadini che desiderano difendere i beni comuni dagli scempi, dal degrado, dai criminosi attacchi incendiari e da ogni altro abuso che ne minacci l’alto valore paesaggistico, culturale e ambientale”. E conclude: “La Pineta fa parte del vissuto degli abitanti, è il paesaggio del sentire collettivo, la cornice della nostra memoria, è come “lo scenario del film della nostra vita”. Caratterizza in modo indissolubile la nostra identità: a nessuno sarà permesso di togliercela, o di sfregiarla”.

Il Concerto si terrà nella Chiesa di S. Rocco a Marina di Grosseto, il giorno venerdì 17 agosto 2018, alle ore 21:15. L’invito è esteso a tutti coloro, abitanti locali e ospiti forestieri, che vogliono testimoniare il profondo amore per la Pineta. L’ingresso è libero.