Prosegue la 50° stagione estiva del club più longevo d'Italia con una serata tutta dedicata ai migliori talenti toscani e locali. In consolle Luca Bear, Mirco Gorelli, Dani Uliano.

Follonica: Prosegue la cinquantesima stagione del Tartana, che consacra il club del Puntone di Scarlino come uno dei più longevi d’Italia.

Sabato 9 giugno in consolle ci saranno Luca Bear, Mirco Gorelli e Dani Uliano per l’evento “My house is your house”, serata dedicata ai migliori talenti locali e toscani (apertura porte ore 22:30 – ingresso 8/10/20 €). A mezzo secolo dall’apertura del locale che ha visto nascere il genere house con le perfomance di alcuni dei più noti djs, il Tartana conferma la vocazione come fucina di talenti e punto di riferimento della nightfile maremmana.

Ad aprire la serata di sabato 9 giugno il giovane Dani Uliano, originario di Follonica, ma nato e cresciuto come dj tra Tenax e Tartana, amante della musica elettronica e già comparso fin da giovanissimo dietro a tantissime consolle di party e locali del litorale.

A seguire la perfomance di Luca Bear, classe 1985, nato a Pisa e cresciuto a pane e nastri a cassetta che lo portano a scoprire le sonorità elettroniche '90 di cui si innamora a tal punto da farsi regalare dal padre i suoi primi piatti ed un mixer all’età di 14 anni. La passione dilaga e nel 2005 diventa dj resident del Reflex Club di Pisa, dove ha l’opportunità di esibirsi al fianco dei maggiori artisti di fama internazionale e prendere parte ad importanti eventi come i party ufficiali di Cocoon e M-nus. Di lì a poco diventa uno dei dj di riferimento della Toscana riuscendo ad esibirsi regolarmente nei migliori club come il Tenax (Firenze) e il Kama Kama (Lucca). Nel frattempo inizia a dedicarsi alle produzioni e prende dimestichezza con sequencer e hardwares impegnandosi giorno e notte nella sperimentazione di nuove sonorità, mantenendo lo spirito “raw” del quale si era innamorato. Il 2009 è l’anno che dà il via alla carriera discografica grazie ad Ep e remix sulle migliori labels europee. I suoi progetti sono supportati dai maggiori artisti del panorama mondiale e, in poco tempo, il suo sound energico e ricco di grooves, con sfumature house e techno, lo porta ad esibirsi in giro per l’Italia e l’Europa: dal Cocoricò di Riccione, ai Magazzini Generali di Milano, al Movement di Torino, dal Sankeys di Manchester a quello di Ibiza, dal Sonar Off di Barcellona all’Ade Festival di Amsterdam, fino a varcare le soglie del vecchio continente sbarcando in città come Tokyo, Miami, Montreal e Bogotà. Nel 2013 la creazione di una propria label, Dirty Session con uscite sia in vinile che in formato digitale dove poter dare pieno sfogo alla creatività, curando personalmente dagli artwork al minimo dettaglio sonoro.

Insieme a lui, Mirco Gorelli, producer toscano guidato da una smisurata passione per la musica. Le sue sonorità derivano dalla house underground e giocano molto con le voci, così da rendere i suoi dj set caldi e pieni di energia. Uno dei suoi primi EP su Piston Recordings viene subito all'attenzione di Marco Carola, che dallo scorso anno lo propone regolarmente nei suoi set in giro per il mondo, come è stato al Kappa Future Festival (Torino), all'Amnesia (Ibiza), al party Elrow (Barcellona) ed altre feste Music On.