con il cuore in menteArcidosso: La Comunità Dzogchen di Merigar , la Misericordia di Arcidosso e la Misericordia di Castel del Piano, in collaborazione con il Comune e la Proloco di Arcidosso sono lieti di annunciare che la sera di venerdì 1 agosto

dalle ore 21, 00, si svolgerà ad Arcidosso in Piazza Indipendenza una serata di balli e danze dal nome "Con il Cuore in Mente".

Questa occasione, un appuntamento ricorrente per la Comunità Dzogchen e il Comune di Arcidosso, avrà quest'anno un carattere particolare: si tratterà di una serata indirizzata anche alla raccolta volontaria di fondi per l'acquisto di 2 defibrillatori, da poter essere utilizzati a bordo delle ambulanze che servono il territorio dell'Amiata Grossetana.

Il tema della serata propone l'importanza della cura della salute sia fisica che morale e le manifestazioni quali la danza ed il canto appaiono un supporto fondamentale per la serenità ed il rilassamento interiore. Con questo proposito è stato strutturato il programma che prevede appunto esibizioni che vanno dal canto e dal ballo di piazza a saggi di musica e di danza internazionale.

Le esibizioni ssaranno offerte sia da artisti residenti nella zona amiatina, che artisti da tutto il mondo appartenenti alla Comunità Dzogchen. Ad aprire la serata ci sarà la Street Band della scuola musicale Italo Fazzi di Castel del Piano e verso la fine il gruppo dei Cardellini del Fontanino con canti tradizionali dei boscaioli dell'Amiata.

Per la Comunità Dzogchen si esibiranno artisti russi con delle canzoni e dei balli legati alla loro grande tradizione, dall'Ungheria verranno un ensemble vocale e due danzatori che offriranno un numero molto intenso, dall'Italia Jaka un formidabile musicista siciliano, l'eclettico raggaman Jaka che unisce alle sonorità del raggae influenze di ogni tipo.
Infine una grande esibizione di Khaita - Joyfull Dances con danzatori da tutto il mondo che presenteranno danze popolari di gruppo, quel tipo di danza che da sempre fa stare insieme in allegria.

La serata sarà presentata da Valentina Lo Surdo, molto richiesta come presentatrice di concerti e di eventi, dal 1999, anno della sua prima presentazione, ha introdotto per oltre quattrocento volte le esibizioni musicali, intervistato i protagonisti, intrattenuto il pubblico con aneddoti seri e faceti, spaziando dalla conferenza alla lezione-concerto, dall'incontro con gli studenti sino alla lectio magistralis, in università, piccoli e grandi teatri, istituti di cultura e ambasciate, auditorium, conservatori, sale, saloni e salotti di numerosi paesi d'Europa, America e Asia.