Portoferraio: La motovedetta della Capitaneria di Porto di Portoferraio CP 553,  anche grazie al monitoraggio del sistema informatico Pelagus in dotazione alla Sala operativa della Capitaneria di porto, ha individuato, in due distinte occasioni, nei giorni scorsi la presenza di due unità da diporto all’interno del miglio nautico circostante l’Isola di Pianosa, zona di mare, si ricorda, interdetta alla navigazione per la tutela biologica dell’area.

A carico dei conduttori delle due unità da diporto sono stati elevati i previsti verbali amministrativi ammontanti  ad euro 333 cadauno, con immediato allontanamento dalle acque protette.

Anche per questa stagione estiva, anche sulla base di una convenzione tra il Parco Nazionale Arcipelago Toscano e la Direzione Marittima della Toscana, è dislocata una motovedetta costiera con relativo equipaggio presso la Postazione della Guardia Costiera Elbana dell’Isola di Pianosa a presidio del versante meridionale del Compartimento Marittimo di Portoferraio che si estende fino all’Isola di Montecristo.