Stampa

Risparmio tradito, domande per complessivi 170 mila euro di danno.

Grosseto: Il collegio del Tribunale di Vicenza, nell'ultima udienza, ha ammesso la costituzione di parte civile di tutti gli associati e assistiti Confconsumatori che, tramite l’avvocato Luca Baj, hanno proposto l’azione civile di risarcimento dei danni (patrimoniali e non) nei confronti degli ex amministratori della banca fallita, la Banca popolare di Vicenza.

Delle migliaia di azionisti coinvolti, 11 sono grossetani e hanno chiesto il risarcimento del danno patrimoniale complessivo per 170 mila euro. Risparmiatori che hanno avuto accesso all’azione perché si erano rivolti alla locale sede provinciale di Confconsumatori, in via della Prefettura 3 a Grosseto.

Il collegio del Tribunale di Vicenza ha inoltre confermato la costituzione in proprio di Confconsumatori, ammessa dal Giudice delle indagini preliminari, in quanto associazione dei consumatori che ha come scopo la difesa degli utenti bancari e dei risparmiatori e per avere di fatto svolto da decenni attività di formazione, informazione e difesa in favore dei risparmiatori in generale ed anche nei confronti degli azionisti e risparmiatori della ex Bpvi. Dunque, in tutta Italia come a Grosseto, Confconsumatori prosegue con la sua incessante battaglia per il risparmio tradito. E proprio su questo tema, a Grosseto, Confconsumatori organizzerà nei prossimi giorni un evento di rilevanza nazionale.

Categoria: CRONACA
Visite: 403

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information