Grosseto: Personale della Squadra Mobile, sezione narcotici, nell’ambito di attività investigativa di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, provvedeva a rintracciare e poi successivamente a trarre in arresto un cittadino nigeriano del 1982, in regola con il permesso di soggiorno e gravato da precedenti di polizia per reati inerenti alla detenzione ed allo spaccio di sostanze.

Lo stesso veniva sottoposto a controllo in via Ximenes, dopo essersi allontanato dalla Stazione Ferroviaria di Grosseto. Dopo essere stato fermato il cittadino nigeriano appariva alquanto nervoso per il controllo e, a fronte di specifica richiesta, riferiva di aver ingerito ovuli contenenti eroina e che si stava sentendo male a causa di forti dolori addominali. Veniva, pertanto, iniziata una perquisizione personale che dava esito positivo poiché permetteva il rinvenimento e il sequestro, oltre che di due telefoni cellulari, anche di una somma di denaro di 255 Euro e 80 Sterline inglesi.

In considerazione di quanto riferito e dei forti dolori addominali lamentati, l’atto proseguiva presso il pronto soccorso dell’ospedale Misericordia di Grosseto dove veniva immediatamente accompagnato anche al fine di evitare complicanze cliniche. In ospedale la persona veniva sottoposta alle necessarie cure mediche che agevolavano, fino al pomeriggio del 13 dicembre, l’evacuazione degli ovuli contenenti sostanza stupefacente. Sono stati complessivamente evacuati 116 ovuli di cui 114, con specifico logo di riferimento, positivi al narcotest dell’Eroina e 2, con specifico logo, di riferimento positivi al narcotest della Cocaina per un peso complessivo di grammi 23 di cocaina e grammi 1318,32 di eroina.

Presso l’abitazione dell’arrestato, ubicata in provincia di Padova, personale della Squadra Mobile della suddetta città interessato dal locale ufficio operante, effettuava una perquisizione domiciliare sequestrando 14 ovuli contenenti sostanza stupefacente del tipo “Eroina” per un peso complessivo di grammi 158, la somma in banconote di euro 11.000,00 e nr.2 involucri contenenti della sostanza positiva al narcotest dell’eroina per un peso di circa 400 grammi. Dopo essere stato dimesso dal Pronto Soccorso dell’Ospedale di Grosseto ed ultimati gli atti di rito il cittadino nigeriano veniva associato presso la casa circondariale di Grosseto in attesa dell’udienza di convalida dell’ arresto. La sostanza stupefacente immessa sul mercato dello spaccio al minuto ha un valore approssimativo di circa 300.000 euro.