san giuseppe via sauro grosseto.JPGdi Tìndara Rasi

Grosseto: Il buran, vento gelido uralico, significa esattamente "vento molto forte". Il trending topic del momento è però burian, con l'aggiunta di una errata "i", che tuttavia rende molto bene il senso di ciò che sta accadendo anche in queste ore in Italia. Fare "buriana" è fare confusione, creare scompiglio, come accade durante il passaggio del vento settentrionale detto borea, nome che probabilmente deriva dallo stesso etimo.

In questa disquisizione linguistica, a rimetterci non è però la correttezza di un lessico o di un pensiero tratto da elementi sintattici, ma le persone, soprattutto quelle più povere e senza un tetto che li ripari. La nuova ondata di freddo si sta abbattendo su tutta la penisola. Sono previste ondate di neve, brinate, gelicidio terreno. La chiesa maremmana si sta mobilitando pertanto per aiutare concretamente i più sofferenti, incominciando ad allestire negli oratori del capoluogo, nei saloni ricreativi, nelle stanze libere delle parrocchie, posti letto e ricoveri al caldo, soprattutto per la sera e per la notte.

I volontari del Pronto Soccorso ospedaliero di Grosseto, le Forze dell'Ordine, il Comune e il COeSO - Sds, hanno allestito una procedura di emergenza e si sono messi a disposizione per completare le operazioni di allestimento e di controllo delle strutture stesse. 

Nei locali sottostanti la Parrocchia di San Giuseppe in via Sauro (foto 1) sarà infatti predisposto un ricovero temporaneo con 20 posti letto per ospitare i senzatetto già dalla sera di domenica 25 febbraio. Sarà possibile accedere al ricovero dalle ore 20 e pernottare fino alle 8 del mattino. All’occorrenza, i posti letto saranno aumentati. Sono state già allertate le Forze dell’Ordine, la Municipale, la rete di volontariato ed il Pronto Soccorso dell’Ospedale Misericordia. Si invitano tutti i cittadini a segnale eventuali casi al numero che sarà attivo sempre 331 6136397.

La protezione civile e le previsioni dei climatologi indicano come presumibile ritorno a temperature più miti, la giornata di mercoledì. La capillare diffusione dei comunicati, sta intanto permettendo di raggiungere quanto più possibile, le persone interessate, convogliandole verso le apposite strutture.