carabinieri.jpgManciano: I militari della compagnia di Pitigliano hanno messo in atto nella serata di ieri un servizio straordinario per il controllo del territorio per prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio: il servizio è andato a buon fine visto che nella rete dei controlli è finito un 50enne pregiudicato residente nel viterbese che è stato denunciato per furto in abitazione.

In particolare i militari della stazione di Manciano che perlustravano le vie del paese, si sono imbattuti in un autovettura dal fare sospetto e che non avevano mai visto in zona. Così hanno deciso di fermarla, e durante il controllo è venuto fuori che la persona fermata, un uomo di 50 anni residente nel viterbese oltre a essere un pregiudicato non era nuovo a commettere reati contro il patrimonio. Infatti i militari hanno rinvenuto sulla sua autovettura, alcuni monili in oro e generi alimentari, una radiotrasmittente, una bomboletta a schiuma, un paio di guanti e una punta da trapano di grosse dimensioni.

I militari allora hanno contattato la centrale operativa della compagnia di Pitigliano, per chiedere, se si erano verificati dei furti in zona, e hanno avuto poco dopo la conferma. In località Guinzoni, nel comune di Manciano infatti nel pomeriggio era stato perpetrato un furto in abitazione dove, proprio grazie ad un foro di grosse dimensioni nella finestra, i ladri erano entrati in casa e avevano asportato alcuni oggetti in oro e dei generi alimentari. A questo punto i carabinieri di Manciano hanno sequestrato il tutto, hanno restituito la refurtiva al legittimo proprietario, e hanno denunciato a piede libero il 50enne alla locale procura per furto aggravato.