albegna.jpgDomenica il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è intervenuto presso Roccalbegna, in provincia di Grosseto.
 
Roccalbegna: Un escursionista di 40 anni, che aveva lasciato la propria auto nel paese, si era incamminato lungo il fiume Albegna per scattare delle fotografie. 
Dopo circa due ore di cammino l’uomo ha iniziato ad accusare un forte dolore ad un piede e, non potendo più proseguire, ha chiamato i Carabinieri per una richiesta di aiuto.
 
È stato attivato il 118 e sul posto si è diretta la squadra del SAST. Grazie alla geolocalizzazione è stato infatti possibile estrapolare la posizione dell’infortunato.
 
Una volta raggiunto, l’uomo, sensibilmente affaticato, è stato evacuato tramite il recupero con “pannolone” (una sorta di imbracatura che viene calata dall’elicottero) da parte dell’elisoccorso Pegaso che ce l’ha fatta a portare a termine il recupero nonostante l’imminente sopraggiungere del buio.
 
Il Soccorso Alpino ringrazia le stazioni dei CC di Pitigliano e Roccalbegna, che hanno dato un fattivo contributo nella localizzazione del target, ubicato in una gola stretta del torrente Albegna. Anche gli abitanti del luogo si sono resi da subito disponibili nel fornire indicazioni utili per l’individuazione dell’infortunato.
 
Nel corso della giornata la Stazione era stata attivata anche per un altro intervento: in quel caso si era trattato di un motociclista caduto nel bosco presso Manciano, che è stato recuperato dall’elisoccorso Pegaso 2.