Vivere in modo eco-sostenibile è sempre più una scelta doverosa. Ecco come fare in modo semplice.

Se sicuramente dei buoni modi per migliorare la propria sostenibilità e diminuire l’impatto ambientale sono ristrutturazioni con materiali eco-sostenibili, installare pannelli solari o acquistare auto elettriche e ibride, sono soluzioni piuttosto importanti, esistono piccoli interventi quotidiani che contribuiscono a migliorare il nostro rapporto con l’ambiente. Ecco qui 5 esempi da mettere subito in pratica.

Firenze: Alla data del 25 maggio sono diverse le palestre, piscine o simili che hanno deciso di riaprire, anche quelle legate a grandi catene molto presenti sul territorio nazionale.
Le norme da rispettare per la riapertura sono stringenti e tutti i gestori di questi servizi si stanno attrezzando. Norme che, nella totalità dei casi, comportano la restrizione di diversi servizi fino all’annullamento di alcuni, orari di accesso e di permanenza limitati ad alcune fasce orarie e/o cadenza settimanale. Non potrebbe essere altrimenti visto che le strutture non sono state concepite per situazioni del genere.

fila-francobollo.jpgUn francobollo celebra il Centenario e pone l’Azienda tra le eccellenze del sistema produttivo ed economico italiano.

Il 1920 rappresenta un anno speciale, segnato da eventi entrati nella storia: l’inaugurazione del Canale di Panama, il battesimo della prima assemblea della Società delle Nazioni a Ginevra, la prima edizione della Fiera Campionaria a Milano. Nascevano Enzo Biagi, Federico Fellini e Franca Valeri, per citare solo alcune delle personalità che sono oggi vere e proprie icone.

di Giulia Lafavia - Sweet and Salty Corner

Grosseto: Oggi ricetta salva tempo! Panatine prosciutto cotto e sottiletta.
Quante ne ho mangiate da ragazzina, le adoravo! Come tutte i piatti in cui sia presente il prosciutto cotto del resto.
Un cuore filante di formaggio e prosciutto saporito in una spessa panatura… non male come idea per cena, no?
Di solito utilizzo la sottiletta perché rilascia meno liquido in cottura, ma va bene qualunque formaggio morbido che fonda.

di Maria Francesca Aramini

Grosseto: Lunedì 18 maggio è scattata la riapertura, limitata, ma sempre riapertura. Nominata Fase 2, e questo mi ha fatto sorridere perché sembra di essere come la Luna, cambiano le fasi, a volte si è nella parte buia, ma restiamo sempre quelli nonostante tutto.

Grosseto: Le città si animano di nuovo, riaprono le attività commerciali, i bar e ristoranti, estetiste e parrucchieri sono tornati al lavoro, presto riapriranno palestre, cinema e teatri.

Ma i cittadini sono pronti per tornare a frequentare i luoghi della propria città? C’è la voglia ti tornare a fare shopping, o una cena al ristorante, di prendere un caffè e fare quattro chiacchiere al bar? O c’è ancora molta paura.

di Giulia Lafavia - Sweet and Salty Corner

Grosseto: Se con i noccioli di nespole abbiamo fatto il liquore, non potendo mangiare tutta la polpa e non volendo buttare niente ho deciso di fare la confettura di nespole. Non l'avevo mai provata, ma diciamo che stavolta sono stata quasi costretta! E quale miglior ricetta se non una confettura per smaltire la frutta.

di Maria Francesca Aramini

Grosseto: Il 18 maggio, lunedì, parte la nuova fase, quella del dopo virus, tra mille polemiche e differenti opinioni e grazie anche ai Governatori che hanno dato il loro valido aiuto, siano giunti ad una univoca gestione delle regole di comportamento.

Grosseto: Lunedì 18 maggio inizia la Fase 2, la riapertura delle attività, la ripartenza dell’economia. O almeno è quanto tutti si aspettano.

Ma come dovrebbe essere, secondo la popolazione, questa ripartenza?

di Giulia Lafavia - Sweet and Salty Corner

Grosseto: Le nespole sono un frutto di stagione, è adesso che si raccolgono ed è adesso che posso preparare il mio liquore amaretto di nespole che sarà pronto poi tra un paio di mesi. Oggi vi voglio riproporre la ricetta.

Possibile aprire da subito in Toscana spiagge "tecnologiche" garantendo sicurezza e comfort.

Firenze: Le regole fissate dai protocolli Inail e Iss per spiagge e stabilimenti balneari hanno gettato nel panico gli operatori del turismo della Toscana, a causa delle limitazioni e dei distanziamenti che rischiano di rendere impossibile per molti gestori della regione la riapertura dei lidi, e di trasformare la giornata al mare dei bagnanti in un inferno, fatto di limiti e divieti.