La scommessa risale a più di 4000 anni fa ed è un costume tipico delle società arcaiche, come dimostrato dai ritrovamenti archeologici in Cina ed Egitto. Uno dei miti da sfatare riguarda sicuramente la nascita dei casino a Las Vegas, in quanto il primo fu aperto a Venezia e anche per quanto riguarda le scommesse su eventi come i combattimenti dei gladiatori o le corse delle bighe, l'origine è tutta italiana, con uno spunto verso la cultura greca dove era costume scommettere sugli esiti delle gare alle Olimpiadi.


La scommessa dal 2300 a.C. fino ai Romani

Più di 4000 anni fa in Cina, la popolazione aveva l'abitudine di scommettere e giocare a carte, come dimostrano le antiche piastrelle ritrovate che risalgono al 2300 a.C. circa, probabilmente venivano utilizzate come fiches nei giochi di carte o nelle puntate. Anche se non è chiaro il modo in cui venissero usate, gli archeologi scommettono su questa ipotesi, grazie ai dati a disposizione e alle informazioni sulla società e i costumi cinesi dell'epoca.

In Egitto la situazione era più chiara, perché i ritrovamenti di dadi da gioco risalenti al 1500 a.C. confermano questa teoria. Per quanto riguarda il mondo ellenico invece non c'è alcun dubbio, nella città di Olimpia dal 776 a.C. con la nascita delle Olimpiadi, la popolazione inizia a pronosticare i risultati delle gare e gli atleti che vinceranno. Le testimonianze dirette dell'antica Roma non lasciano alcun dubbio, nel Colosseo, nel Circo Massimo e in tantissime altre strutture, era costume del popolo scommettere sui risultati delle bighe e sugli scontri fra i gladiatori.

Il primo casino è italiano

Nel 1638 a Venezia viene aperto il Ca' Vendramin, primo casino in assoluto. Mentre nel Medioevo la scommessa e il gioco d'azzardo erano illegali e mal visti dalla società perché costume soltanto di delinquenti, truffatori e malcapitati, Venezia ribalta la situazione rendendo il gioco d'azzardo un costume per il popolo ricco, la classe nobile e chi possedeva molto denaro. Infatti era previsto uno specifico dress code, fra cui mantello e maschera con tricorno. Ancora oggi è possibile visitare lungo il Canal Grande il Ca' Vendramin, che fu l'ultima dimora del musicista Richard Wagner e anche residenza ufficiale dei Capi di Stato della Repubblica di Venezia.

Tutto il mondo inizia a scommettere dalla metà del XIX secolo

Nel 1850 apre il Casino di Montecarlo nel Principato di Monaco, ancora oggi uno dei più visitati e più raffinati al mondo, seguono il Casino di Baden in Germania e il Casino di Sanremo nel 1905.

Las Vegas e il Totocalcio

Simbolo del gioco d'azzardo, Las Vegas fino al 1946 era soltanto una zona di passaggio per i viaggiatori che si dirigevano in Messico o facevano un viaggio coast to coast. In quell'anno apre il Flamingo Hotel e qualche decennio dopo, Las Vegas diventa la capitale del gioco d'azzardo.

Sempre nel 1946 in Italia nasce il Totocalcio, che consente di scommettere sui risultati degli incontri di calcio, dai mondiali di Francia 1998 è possibile scommettere anche su una singola partita.