La questione delle sigarette elettroniche è stata per molto tempo discussa dagli esperti in quanto non tutti riuscivano ad avere un’opinione non contrastante. Nel corso del tempo si sono formate due fazioni tra medici e ricercatori, una delle quali sosteneva l’effettiva riduzione dei danni dovuti al fumo utilizzando una sigaretta elettronica, mentre l’altra che affermava a gran voce tutti gli effetti collaterali che questa era in grado di dare, arrivando anche a superare quelli della combustione della sigaretta tradizionale in soggetti con dei fattori di rischio importanti, quali delle pesanti allergie o patologie polmonari.

Ma effettivamente, le sigarette elettroniche sono tutte uguali o ne esistono alcune che fanno meno male alla salute? Ti anticipiamo che la risposta è sì, e andremo a sviscerarla in maniera approfondita nel corso del nostro articolo, scoprendo anche come utilizzare ogni peculiarità di questo dispositivo per poter anche finalmente smettere di fumare. Sei interessato a scoprire tutto quello che c’è da sapere su questa particolare tematica? Possiamo senz’altro consigliarti di scegliere i liquidi di sigaretta elettronica di Terpy, un e-commerce online dove puoi trovare un vasto assortimento di liquidi e aromi per tutti i gusti. Ottimo, allora non possiamo fare altro che consigliarti di continuare nella lettura del nostro articolo, cercheremo di chiarire tutti i possibili dubbi che potresti avere.

La sigaretta elettronica permette davvero di smettere di fumare?
La sigaretta elettronica permette a tutti coloro con una buona volontà di smettere definitamente di fumare. Rappresenta un passaggio intermedio per poter abbandonare del tutto le sigarette tradizionali, facendo del bene al fisico e ottenendo dei benefici non solo a lungo termine, eliminando un importante fattore di rischio per diverse patologie a livello dell’apparato cardiovascolare e respiratorio, ma anche con degli effetti ben visibili come la migliore ossigenazione e l’elasticità della pelle.

Per smettere di fumare, e dunque smaltire dal sangue la nicotina, si possono scegliere due diverse modalità. La prima comprende lo smettere definitivamente in maniera istintiva ed istantanea, oppure farlo gradualmente sfruttando proprio la sigaretta elettronica e le diverse caratteristiche dei liquidi presenti in vendita.

Quali sono i diversi modelli di sigaretta elettronica? Quale fa meno male?
Ci sono diverse tipologie di sigarette elettroniche, e le più comuni si differenziano per la modalità di tiro: si avrà il modello di tiro per la guancia e quello per i polmoni. Tra queste possiamo dire che alcune fanno più male, mentre altre sono del tutto innocue per la propria salute in quanto l'unica cosa che avviene è respirare del vapore acqueo aromatizzato, privo di qualsiasi forma di nicotina. La sigaretta elettronica a tiro di guancia si presta a chi non ha intenzione di aspirare il fumo esattamente come avverrebbe con le sigarette tradizionali, dunque desidera solo sentire e assaporare il gusto del liquido. Questa è la scelta migliore per tutti coloro che hanno intenzione di smettere di fumare. In questo caso possiamo dire che nella maggior parte dei liquidi è del tutto assente la nicotina oppure è presente in quantità decisamente limitate, dunque non vi è un particolare pericolo per la salute.

La sigaretta elettronica con il tiro a polmone è molto diversa in quanto la si inala, come per le sigarette normale, dunque riesce a replicare perfettamente quello che avverrebbe tradizionalmente. Nella maggior parte dei casi in questo modello si applica un liquido con delle concentrazioni di nicotina, il che implica il non doverla eliminare dal sangue, alimentando così la propria dipendenza. In questo caso alcuni accorgimenti di medici ed esperti sostengono che questa sigaretta non è l'ideale per tutti coloro che soffrono di qualche patologia polmonare o respiratoria, in quanto il troppo vapore inalato potrebbe a lungo termine essere dannoso per la salute.

Insomma, per poter riassumere, quella che fa meno male è sicuramente la sigaretta elettronica con la modalità di tiro alla guancia, dunque nel caso in cui ci si trovasse di fronte a tale scelta è consigliabile acquistare la seguente. Quella con la modalità di tiro ai polmoni, però, è senza alcun dubbio preferibile alla sigaretta tradizionale, in quanto non avviene la combustione, la quale risulta essere molto dannosa per la salute dell'individuo.

Ci sono quindi delle sigarette elettroniche che fanno meno male?
In conclusione possiamo dire che sì, delle sigarette elettroniche che fanno meno male ci sono, ma la reale differenza è proprio nel liquido che viene utilizzato per il proprio fumo. Così come ti abbiamo detto a inizio articolo, è molto importante fare attenzione alla tipologia di liquido che si decide di acquistare, evitando tutti quelli che non vengono consigliati anche dagli altri acquirenti che lasciano delle recensioni positive al sito, ma è anche un bene andare ad analizzare attentamente lo store che li vende per essere certi di acquistare prima e svapare poi dei liquidi certificati.