Nella percezione comune le reti pubbliche sono considerate potenzialmente pericolose di per sè. Di conseguenza gli utenti che ne usufruiscono sono portati ad assumere comportamenti più consapevoli e ad adottare misure di sicurezza idonee per proteggere i propri dati.
Ma quando si parla di reti domestiche, il grado di attenzione è ancora piuttosto trascurato.

Come mai?

La casa è il luogo, più di ogni altro, in cui ci sentiamo al sicuro, nella nostra comfort zone. E una volta scelto l’operatore e installato la nostra rete WiFi, siamo predisposti a navigare tranquilli e del tutto a nostro agio. Per comodità, spesso, molti utenti lasciano la rete aperta senza password, oppure ne usano una troppo debole.
Ed è a causa di questa minimizzazione dei rischi che si incappa in situazione di hackeraggio che possono compromettere non solo i nostri dati più superficiali, ma anche quelli più sensibili.

Stiamo parlando di dati riservati come informazioni personali o password di accesso a siti di online bancking. Si tratta di operazioni sempre più frequenti, causa anche lo sviluppo di tecnologie facili da utilizzare, che permettono ad hacker anche alle prime armi di eseguire operazioni illecite su reti wireless non proprie.

Ma vediamo più nel dettaglio perché è importante proteggere la propria rete domestica e quali sono i mezzi che abbiamo a disposizione per farlo.
Il rischio più frequente e anche quello meno pericoloso è un vistoso rallentamento nella connessione. In questo caso è molto probabile che chi sta violando il WiFi altrui lo stia facendo semplicemente per poter utilizzare la linea dati e navigare senza pagare abbonamenti.

Tuttavia ci sono situazioni più critiche a cui è necessario far fronte. Alcuni hacker si collegano alla rete altrui per visitare siti di illecita provenienza, oppure effettuare download illeciti di materiale coperto da copyright. Il rischio aumenta maggiormente quando la rete domestica è collegata ad altri dispositivi, compresi computer, hard disk, NAS, smarphone e tablet. Sebbene violare questi dispositivi non sia semplice, accedere invece a una memoria esterna collegata al tuo router è facile. E questo rende i dati memorizzati accessibili a chiunque entri attraverso il WiFi. In questo caso la possibilità di violazione di dati bancari è alta.
Quali sono le azioni che possiamo compiere per ovviare a tutto ciò?
Proteggere la propria rete domestica da accessi non autorizzati è però diventato ormai molto semplice. Bastano pochi accorgimenti per migliorare la sicurezza della propria connessione WiFi e salvaguardare la propria privacy.

1) La prima cosa da fare è impostare una buona password per proteggere l'accesso alla propria rete. I requisiti affinché una password possa essere considerata sicura sono i seguenti:
 - Non deve essere stata mai utilizzata in passato né essere in uso per altri servizi.
 - Non deve essere facilmente riconducibile all'utente, quindi vanno evitate date di nascita, nomi di parenti, ecc.
 - Deve essere lunga almeno 10 caratteri e contenere lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali.

2) Un’altra operazione consapevole da mettere in atto è installare un software VPN.
    Una VPN è una rete virtuale privata che si interpone tra i propri dispositivi e Internet, e che permette di mascherare il proprio  indirizzo IP e di nascondere le proprie attività online. Grazie ad essa, tutto il traffico sia in entrata che in uscita viene crittografato, garantendo così la privacy degli utenti. L'uso di una VPN ti protegge quindi dalle diverse forme di hacking, tra cui lo sniffing dei pacchetti, le reti WiFi malevoli e gli attacchi man-in-the-middle.

3) Nascondere la rete WiFi.
    Ogni rete WiFi è definita da un nome (Service Set Identifier). Un primo consiglio è quello di modificare il nome predefinito impostato dal produttore, ma ancora meglio sarebbe nascondere del tutto la rete.
Basta accedere alle impostazioni del router e disabilitare la trasmissione del SSID, in modo da non renderla più visibile e dunque rendere più difficili gli attacchi esterni.   

Attuando questi semplici accorgimenti possiamo navigare in totale sicurezza e senza incorrere in pericoli di hackeraggio. Vale la pena acquisire più consapevolezza sull’argomento, perchè facendo un ragionamento di convenienza, rispetto alle attenzioni che siamo chiamati ad avere sono molti di più i vantaggi che ne derivano.