C’era una volta il passaparola, antesignano delle recensioni che al giorno d’oggi qualsiasi compratore consulta avidamente, prima di fare qualsivoglia acquisto. Anni fa, l’unico modo per andare sul sicuro (più o meno) era affidarsi alle esperienze di parenti e amici con questo o quel prodotto.

Poi è arrivato Internet, e tutto è cambiato. Non solo è possibile fare acquisti dal proprio computer, senza uscire di casa, o magari anche dal proprio smartphone; è anche possibile studiare i dettagli dei prodotti e leggere i commenti di chi li ha già utilizzati.

Ma è davvero questo l’unico modo per districarsi tra le varie offerte, da cui siamo inondati quotidianamente?

Occhio ai fake

A meno di non avergli fatto precedentemente un torto, era difficile che un amico ti consigliasse un prodotto con il quale non si era trovato bene. Le recensioni che si trovano online, però, sono scritte da perfetti sconosciuti e non sempre sono affidabili.

I venditori hanno capito presto le potenzialità persuasive delle cosiddette “review” e hanno cominciato a offrire prodotti gratis in cambio di recensioni positive. O addirittura a crearne di false, pur di vendere i proprio prodotti – o di screditare quelli altrui.

Alcuni siti, come Amazon ad esempio, hanno dovuto implementare una serie di filtri e controlli sulle recensioni, tanto che accanto al nome degli utenti oggi compare la dicitura “recensione verificata”, che assicura che la persona che sta parlando di un determinato prodotto lo abbia davvero acquistato.

Un’arma in più: il confronto

Con il passare del tempo, e per la fortuna dei consumatori, sono nati anche siti che mettono a paragone due prodotti o due servizi simili, evidenziandone con oggettività i pregi e gli eventuali difetti.
Questo vale per qualsiasi tipo di offerta, come ad esempio:
- E-commerce
- Siti di abbigliamento
- Tecnologia
- Giochi online

Solitamente ad effettuare i confronti sono siti di terze parti, indipendenti, ma a volte capita che siano i competitor stessi a mettersi a nudo. Parlando di giochi online, un esempio è il confronto tra Betnero e Starvegas, due casinò online tra i più cliccati del web.

Ricordatevi il diritto di recesso e di reso

Infine, vale sempre la pena di ricordare che a fronte di un acquisto sbagliato il consumatore può sempre avvalersi di due diritti:
- Diritto di recesso
- Diritto di reso

Il diritto di recesso viene applicato soltanto al di fuori dei locali commerciali e si applica ai contratti conclusi a distanza, dando diritto al consumatore di riconsegnare il bene o fermare il servizio entro un certo lasso di tempo.

Il diritto di reso, invece, si applica sempre a ogni tipo di acquisto, è garantisce all’utente la possibilità di restituire, senza alcuna spesa a proprio carico, un oggetto difettoso o diverso rispetto a quello reclamizzato.