Olio-Seggiano-Dop.jpgPromotore di un progetto per le famiglie in difficoltà e tra i protagonisti della tappa amiata del Giro Rosa. Ecco le ultime attività del Consorzio amiatino.

Seggiano: Il Consorzio Tutela d'Olio Seggiano Dop ha chiuso una settimana ricca e intensa di appuntamenti. Si è concluso a Seggiano, sabato 12 settembre, il progetto “Una goccia di olio per il sorriso di un bambino” che il consorzio ha promosso durante l'emergenza Covid-19.

Un lavoro partito dal basso, nato dall'idea dei consorziati e olivicoltori e che ha previsto la distribuzione di una buona quantità di olio alle famiglie amiatine in difficoltà, in primis per quelle con bambini.
Quattrocento bottiglie di olio extravergine d'oliva Dop sono state distribuite sull'intero territorio del versante grossetano, territorio che coincide con quello della Dop. Un'azione che ha un obiettivo nobile, ovvero rendere ancora più democratico ed equo il consumo di prodotti alimentari di qualità.

“In questo momento di difficoltà economica il Consorzio ha voluto fare la propria parte per le famiglie più bisognose dell’areale - commenta la vicepresidente, Rossana Suh che ha seguito tutto il progetto - in particolare questo progetto si è rivolto alle famiglie con i bambini, che sono coloro che hanno sofferto di più per l’isolamento sociale. Grazie alla collaborazione dei Comuni dell'Amiata grossetana è stato possibile distribuire le bottiglie dell'ottimo olio di Seggiano”.
Sono state coinvolte sei aziende che producono olio Dop, le quali hanno deciso di aderire con entusiasmo all'iniziativa. “Siamo riusciti in poco tempo, a mettere in piedi un progetto che non era mai stato organizzato prima di ora. – prosegue Suh – Un motivo in più per sentirsi più orgogliosi di appartenere a questo territorio e di rappresentare questo Consorzio”.
La giornata conclusiva ha visto la consegna del cesto contenente le bottiglie d'olio al sindaco di Seggiano, Daniele Rossi. La cena di fine progetto si è svolta invece nella sede della neonata cooperativa La Seggianese, presenti i promotori del progetto e rappresentanti dei vari comuni.

Di ben altra natura un'altra iniziata che ha visto protagonista il consorzio. In occasione del passaggio del Giro d'Italia femminile sul monte Amiata, il Consorzio di Tutela Olio Seggiano Dop ha dato una collaborazione volontaria all'organizzazione della tappa amiatina ma non solo; le atlete che hanno trionfato sulle strade dell'antico vulcano sono state omaggiate con preziose bottiglie d'olio d'olivastra seggianese.

“E' stata un'emozione vedere scalare l'Amiata da atlete conosciute in tutto il mondo. Ancora di più lo è stata sulle strade bianche di Seggiano, dove era posizionato il Gran Premio di Montagna segnalato su strada dall'immagine del nostro Consorzio. - racconta Luciano Gigliotti, presidente del Consorzio Tutela Olio Seggiano Dop - Siamo una realtà in crescita e lavoriamo anche per essere un braccio operativo nelle attività di promozione del territorio. Inoltre nostri oli più pregiati sono stati donati come premio alla pluricampionessa Alessandra Cappellotto e al patron del Giro Rosa, Giuseppe Rivolta. Premiati anche il Vice Questore, Giovanni Consoli e l'intera squadra della maglia rosa conquista sulle salite dell'Amiata. La consegna è avvenuta domenica 13 settembre a Santa Fiora, prima della partenza della terza tappa del Giro”.

Un'operazione – quest'ultima – molto importante per spingere l'olio del monte Amiata a diventare ambasciatore di qualità in tutto il mondo.  “Abbiamo concentrato molte delle nostre energie per far si che l'olio d'oliva del monte Amiata diventi simbolo di genuinità e qualità e questo lo hanno capito molti olivicoltori, la speranza – conclude il Presidente – è che la squadra degli agricoltori si allarghi sempre di più”.