Oggi ti parlo di marketing virale. Non tanto a livello teorico però. Il mio scopo infatti è quello di darti una serie di consigli pratici che ti aiutano a rendere i tuoi contenuti virali. Prima però un po’ di definizioni occorrono.

Sono virali quei messaggi che vengono condivisi dagli utenti in modo esponenziale senza aver pagato in pubblicità. Condividi quindi un post su Facebook divertente o provocatorio ed ecco che, se hai fatto un buon lavoro e hai il pubblico giusto, questo può essere condiviso più e più volte arrivando a essere letto da migliaia di persone in un giorno solo.

Una bella pubblicità a gratis e se te la sei giocata bene, anche un discreto ritorno economico!

Con il viral marketing hai un ritorno di visibilità importante. Le tecnologie sfruttate sono quelle di messaggistica istantanea come WhatsApp, Telegram e anche Maessanger. Ma anche e soprattutto i social network, piattaforme come YouTube, i forum e le email.

Sono tante le persone che studiano come dar vita a un contenuto virale. Secondo alcuni è una questione di fortuna ma in realtà ci sono veri studi dietro.

Le persone tendono a parlare di ciò che pensano possa mantenerli presenti in un gruppo, farli apparire interessanti agli occhi degli altri. Ma anche di tutto ciò che rimane impresso nella loro mente, quello che li emoziona, che risulta utile e che raccontano qualcosa di interessante.

Perciò per riassumere le motivazioni alla base sono:
Il volersi sentire parte di un gruppo
Il voler affermarsi come individui
Il voler sentirsi altruisti (condividendo cose utili agli altri)
Il bisogno di crescere come persone

Nel viral Marketing occorre perciò far leva su questi bisogni. Puoi cercare di rendere virale per esempio un video, un testo, un e-book, un’immagine… Puoi usare come messi tutti quelli visti sopra.

Un contenuto virale deve essere capace di emozionare e rendere memorabile ciò che pubblichi. Perciò non devi concentrarti sulla pubblicità per il tuo brend ma a raccontare la storia che desideri, incoraggia la condivisione e usa i commenti per poter rispondere e interagire con la tua audience.

Certamente un buon punto di partenza è quello di documentarsi su quali sono le ultime tendenze in rete e iniziare a condividerle.

Consigli pratici per rendere un contenuto virale

- Cerca di capire cosa piace al tuo pubblico, cosa lo sta appassionando in questo momento.

- Una volta individuato l’argomento devi crearci intorno la tua storia, possibilmente divertente o molto emozionante.

- Non concentrarti sul pubblicizzare il tuo marchio. Concentrati solo sul contenuto. Se diventa virale, sarà lui a trascinare il nome della tua azienda e renderla popolare.

- Se hai la possibilità usa sponsor famosi. Altrimenti cerca di realizzare qualcosa di divertente che non implichi però il coinvolgimento di personaggi noti.

- Comprendi prima di tutto la tua nicchia. Cosa vuole? Chi è? In cosa crede? In cosa si identifica? Inizia a rispondere a questi quesiti per lavorarci su.

- Quando crei un contenuto virale devi fare in modo che non risulti fastidioso e non venga percepito come l’ennesimo SPAM.

- Immedesimati nel tuo pubblico e chiediti: perché dovrebbero condividere il tuo post?