Vacanze sulla neve non vuol dire necessariamente vacanze a sciare. Sono sempre di più infatti coloro che scelgono di fare questo tipo di vacanza anche se non hanno mai indossato un paio di sci. La settimana bianca è qualcosa che piace sempre, specialmente ai bambini: la neve è divertente consente di rilassarsi e di apprezzare di più il calore umano.

I paesaggi montani con la coltre bianca che li ricopre hanno un qualcosa di magico ed emozionante, per questo questo tipo di vacanze sono amate da moltissimi. Le zone in cui fare questo tipo di gite familiari, di coppia o fra amici sono diverse: le Alpi hanno molte località  meravigliose.

Per chi cerca tranquillità, paesaggi incontaminati, servizi e divertimento di certo si consiglia tuttavia un hotel a Folgaria.
In questo comune e nei dintorni gli itinerari da fare con le ciaspole sono innumerevoli, così come anche tante altre attività. Camminare nei boschi coperti di coltre bianca, nel silenzio, con il solo rumore delle ciaspole sulla neve fresca è qualcosa di magico e suggestivo. Le escursioni con le ciaspole sono accessibili a tutti, grandi e piccoli, allenati e non allenati.

Come attrezzarsi per un’escursione sulla neve

Per fare un’escursione con le ciaspole nel paesaggio innevato è bene essere attrezzati e vestiti adeguatamente, per non rischiare di buscarsi un raffreddore. Anche se si potrebbe avere la tentazione di coprirsi molto, in realtà bisogna ricordare che si fa attività sportiva e che si suda. La cosa migliore, per questo, è adoperare abbigliamento tecnico evitando gli indumenti in semplice cotone. La traspirazione è fondamentale per mantenere il corpo asciutto.

La giacca e i pantaloni dovrebbero essere impermeabili per evitare di bagnarsi con la neve: può capitare di scivolare, di prendere un po’ di neve da un albero o altro. Guanti caldi, sciarpa e berretto non possono ovviamente mancare: anche se alla partenza non c’è vento, potrebbe alzarsi successivamente e in montagna d’inverno è pungente. Gli scaponi devono essere impermeabili e alti per evitare che la neve vi entri. Uno zainetto con qualcosa da bere e uno spuntino potranno essere dei toccasana dopo qualche ora.

Qualche idea di itinerario per ciaspolare in Folgaria

Gli itinerari per andare a ciaspolare in Folgaria sono diversi e di differenti livelli, cosicché è possibile veramente accontentare i gusti di tutti. Se desideri andare sul sicuro e avere anche qualche piccolo aneddoto locale o qualche lezione su quello che incontrerai sul tuo cammino scegli di affidarti alle escursioni organizzate, per farti accompagnare da una guida alpina. L’alternativa è muoversi in autonomia, le vie sono piuttosto sicure infatti. Un giro facile facile è quello dell’Altopiano della Folgaria, di Lavarone, di Luserna: un itinerario perfetto anche con i bambini che porta nel mondo dei cimbri, passando fra i boschi e i prati di Luserna.

Un altro giro porta in direzione del Monte Rust, dove ci sono i resti di fortini della Prima Guerra Mondiale da vedere. Il giro è bello e in una cornice singolare: anche se la pendenza c’è, è dolce e per questo si può classificare la passeggiata come facile. Passando fra i boschi la magia è immediata. Il percorso non è circolare, quindi arrivati a destinazione si torna dallo stesso ripercorrendolo.

Nella zona di Lavarino di Lavarone c’è anche il percorso chiamato “Respiro degli alberi”, qui arte e natura si fondono per un contesto davvero molto interessante e singolare. I paesaggi sono speciali e se il percorso è bello nella bella stagione, lo è anche con la neve e le ciaspole. Da li si vedono la Valle del Centa e l’Alta Valsugana.