Per quanto le festività natalizie siano per molti un’occasione per trascorrere qualche giorno in famiglia, sono sempre di più gli italiani che approfittano del Natale e del Capodanno per viaggiare. Al di là della scelta della meta, che sia un Paese tipicamente natalizio come l’Alsazia o un’isola estiva come Madeira o le Canarie, uno degli aspetti organizzativi più importanti è la gestione delle spese, soprattutto quando si sceglie di partire in periodi festivi come quello di Natale in cui, si sa, i prezzi tendono a lievitare.

 

Come fare, dunque, per evitare di commettere errori nella gestione del denaro da destinare alle ferie?

1. Prestare attenzione ai convertitori di valuta


Fonte foto: Pixabay

Una delle prime cose da tenere a mente nell’organizzazione di un viaggio, a meno che non si scelga una meta europea che abbia adottato l’euro, è relativa alle oscillazioni di prezzo dei cambi di valuta. Piuttosto che affidarsi al fato e incorrere in brutte sorprese, è importante saper consultare un convertitore di valuta per avere un’idea chiara e aggiornata sul tasso di cambio, prima ancora di effettuare qualsiasi operazione. In questo modo, oltre ad acquisire subito familiarità con il valore della moneta locale, si ha la possibilità di scegliere il momento più vantaggioso per cambiare il denaro da destinare alla vacanza. Se possibile, meglio evitare i cambi in aeroporto, poiché presentano un tasso di cambio molto più elevato rispetto alle banche.

2. Stabilire un budget in anticipo

Un altro consiglio per evitare di perdere di vista la quantità di denaro investito per le vacanze è quello di fissare in anticipo un budget massimo, in modo da evitare di ritrovarsi con le tasche svuotate al ritorno. Farlo è più semplice di quanto si possa pensare: una volta stabilito un budget, infatti, basta tenere traccia delle spese effettuate di giorno in giorno, facendo attenzione che non oltrepassino il limite fissato. A seconda della propria preferenza, si potrà scegliere di annotare le cifre spese su un block notes, su un file Excel condiviso con i partecipanti della vacanza o, ancora, utilizzare un’app per la gestione delle spese di viaggio. Così, pur concedendosi qualche capriccio o qualche spesa extra ogni tanto, non si correrà mai il rischio di oltrepassare il budget complessivo fissato.

3. Portare con sé una carta appartenente ad un circuito internazionale


Fonte foto: Pixabay

Per quanto sia importante disporre di un minimo di denaro contante per far fronte alle prime necessità (mezzi di trasporto, cibo, acqua), sarebbe impensabile partire senza una carta di credito o una ricaricabile. A prescindere dall’opzione scelta, è bene prediligere una carta appartenente ad un circuito internazionale, come Visa o Mastercard, per evitare che venga rifiutata dagli sportelli del Paese di destinazione. Prima della partenza, però, è importante che venga abilitata ai pagamenti in tutto il mondo. Un’altra accortezza, poi, potrebbe essere quella di segnare e conservare in un luogo sicuro i numeri utili per bloccarla, in caso di furto o smarrimento.
Poche precauzioni, semplici accorgimenti, ma sufficienti a garantire una corretta gestione del denaro senza dover necessariamente rinunciare ad una settimana di vacanza, persino durante le festività.