L’avvento di Internet ha rappresentato una rivoluzione capace di cambiare il modo di recepire il Mondo. Questo cambiamento è avvenuto in tutte le modalità di fare esperienza di ciò che avviene attorno a noi. Il modo di recepire notizie provenienti da tutto il globo ha cambiato il nostro modo di mantenerci informati. Allo stesso modo, telefonare a un proprio caro che si trova dall’altra parte del Mondo è divenuto un gioco da ragazzi.

Per non parlare di come ci è possibile essere sempre al passo con le nostre passioni, potendo accedere all’ultima produzione cinematografica ideata per una piattaforma online o del nuovo album del nostro cantante preferito.

Generazioni connesse: il web non interessa solo ai giovani.
Stando a quanto appena detto, si potrebbe pensare queste attività come più vicine al mondo dei giovani, vista la leggerezza e il gioco con cui molto spesso i più utilizzano il web o le piattaforme social. Tuttavia, stando ai dati del Digital In 2017, il documento che riporta ogni anno le informazioni relative all’utilizzo del Web, è da escludere quella visione che voleva i social media come uno strumento usato solo dai più giovani, presentandolo, al contrario, come un mezzo utilizzato da tutte le generazioni. Sembra, quindi, che questi strumenti facciano gola a tutti e che vengano utilizzati tutto il giorno sia dai giovani che dagli adulti. Tuttavia, pare che siano gli adulti a prediligere Facebook, rispetto a quel pubblico sempre più giovane, in grado di esplorare nuove piattaforme di esperienza digitale. Perciò, è possibile indicare, nei suoi primi anni d’età, una storia dei social media: stando ai dati, i più giovani si stanno allontanando da Facebook, che sembra iniziare ad assumere il vero volto della tradizione in questo campo.   

Internet come principale mezzo di comunicazione.
Tra tutti gli aspetti della rivoluzione digitale sicuramente la comunicazione è quello che è cambiato di più, permettendoci di restare in contatto con chi vogliamo in modo semplice ed economico. Basti pensare a WhatsApp che sta lentamente sostituendo i tradizionali messaggi di testo da un lato, e le telefonate dall’altro, vista la possibilità di chiamare un’altra persona attraverso una connessione a internet. Secondo il rapporto Censis, WhatsApp oggi è utilizzato dal 65% dagli italiani, ma anche social media come Facebook, Instagram e Snapchat vengono utilizzati sempre più frequentemente per comunicare. Inoltre, internet sta causando un altro grande cambiamento: utilizzare la rete per comunicare, infatti, sta facendo sparire il telefono fisso dalle nostre abitazioni. Il classico apparecchio domestico è ormai per molti un vecchio ricordo. Di conseguenza, anche le offerte di abbonamenti presenti sul mercato si stanno trasformando. Operatori come Linkem oggi offrono abbonamenti di wifi senza telefono, proprio perché l’uso di quest’ultimo sta progressivamente calando e per comunicare, ormai, bastano internet e un abbonamento sul proprio smartphone.

Il web come principale fonte di informazione.
Secondo un recente studio dell’Istituto Ixe, internet rappresenta la principale fonte di informazione dei millennials, che controlla le notizie sui quotidiani online, ma anche su social network come Facebook e Twitter. Questo comporta una vera e propria rivoluzione nei mezzi di informazione. Stando al rapporto Censis, poi, oggi solo il 35,8 % degli italiani legge i giornali cartacei. I quotidiani online godono oggi di un’utenza pari al 25,2%, riscontrando, però, un aumento costante di lettori.