Bolsena: La via Francigena deve diventare sempre di più volano per lo sviluppo del turismo sostenibile e la valorizzazione culturale del territorio. È questo l’obiettivo della collaborazione tra l’associazione “Via Francigena in Tuscia” e il Comune di Bolsena, per migliorare il tratto locale dell’antica strada attraverso opere di manutenzione, sistemazione, segnaletica e servizi per il pellegrino e promozione di attività culturali e informative per far conoscere la cittadina, con il suo lago, le sue bellezze artistiche e ambientali.

“Come associazione vogliamo far scoprire il cammino, facilitando e assicurando la logistica dei pellegrini e facendo rete con le istituzioni locali, gli enti e le associazioni presenti lungo il tratto laziale della via Francigena. – afferma la presidente dell’associazione Alessandra Croci – Percorrere questa strada è un’esperienza unica, fatta non solo di luoghi ricchi di storia da vedere e ammirare, come Bolsena, ma anche di emozioni, incontri, sensazioni che diventano bagaglio di memoria e ricordi. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale per esserci al fianco e di aver dato inizio a una serie di iniziative per incrementare l’offerta complessiva dell’accoglienza, per rendere Bolsena “friendly” per i pellegrini della via Francigena”.

“Il patrimonio di bellezza che ci è stato lasciato in eredità deve essere fulcro della crescita economica della nostra città, del lago e delle comunità che vi abitano – afferma l'assessore al turismo religioso del Comune di Bolsena Roberto Basili - Per questo motivo la via Francigena, in passato via della fede, deve diventare ancora di più percorso culturale, turistico e naturalistico. In questo senso, la sinergia con le associazioni rappresenta un punto chiave dell’impegno dell’Amministrazione comunale. Impegno che non verrà mai meno e che sarà rafforzato per aiutare a superare la durissima crisi economica causata dalla pandemia di covid”.