lutto candela (1).jpgNegli anni Turbanti era stato anche vice presidente Cia Toscana e dirigente nazionale settore organizzazione.

Grosseto: "Non abbiamo parole – commentano i dirigenti tutti - Gianfranco era un po’ il padre di tutti noi,

è grazie a lui se la Confederazione è oggi quella che è, ed è grazie alla sua tenacia se molti pensionati agricoltori hanno potuto avere voce sulla stampa e ottenere dei piccoli benefici. Pochi giorni fa aveva perso la moglie proprio mentre era ricoverato all’ospedale Misericordia e lottava per la sua vita.

Il vuoto che lascia non sarà mai totalmente colmato, e la sua umanità e disponibilità non potranno essere sostituite. Oggi siamo tutti un po’ orfani, orfani di un padre che non si è mai negato quando c’era da combattere per i diritti del mondo agricolo".

Gianfranco Turbanti era stato colpito da ictus circa un mese fa e attualmente era ricoverato in una struttura riabilitativa. Poche ora fa il suo cuore ha smesso di lottare.

“Alla figlia, al nipote e al genero le nostre più sentite condoglianze. - continuano - Oggi la Confederazione tutta perde una persona di grande valore, perde un amico e uno stimatissimo collaboratore. Addio Gianfranco la grande famiglia Cia dovrà imparare ad andare avanti senza la tua preziosissima persona, mancherai a ciascuno di noi perchè ciascuno ha un forte senso di gratitudine nei tuoi confronti presenza”. Anche da parte di tutta la redazione di MaremmaNews le più sentite condoglianze alla famiglia.