Stefano Batistini, ceo Opus.JPGCnr, università e aziende private uniti per formare esperti in ambito nautico e navale. Per la Maremma c'è l'azienda hi-tech follonichese. Tra i partner Fincantieri e Cetena

Follonica: La città e la Maremma in un progetto nazionale che vede coinvolti il Consiglio nazionale delle ricerche, le più importanti università italiane e aziende private come Fincantieri e Cetena.

Opus automazione – azienda hi-tech con sede a Follonica che opera nei settori dell’automazione avanzata, banchi prova e dei monitoraggi ambientali – ha partecipato al bando promosso dal Miur (ministero dell’Istruzione, università e ricerca) all’interno del “Ctn Italia trasporti 2020” entrando così a far parte della Rete Prisma e del programma di ricerca Trim, Tecnologia e ricerca industriale per la mobilità marittima.

La finalità del progetto Trim è formare giovani esperti in ricerca e sviluppo in ambito nautico e navale, con borse di studio da 16.200 euro ciascuna per 21 candidati e la possibilità per altri 9 studenti di essere ammessi come uditori. I laureati, durante il periodo di studi, sosterranno un tirocinio nelle imprese coinvolte nell’iniziativa: oltre a Opus, ci sono realtà come Fincantieri e Cetena, aziende leader mondiali nel settore nautico. Le università che partecipano al progetto sono La Sapienza di Roma, la Federico II di Napoli e gli atenei di Pisa, Genova e Firenze. Supporta l’iniziativa anche Circle, società con competenze nel settore portuale. Il programma di studi è articolato su tre obiettivi alternativi: alleggerimento strutturale e nuovi materiali, sviluppo di tecniche di progettazione per il miglioramento dell’efficienza e sviluppo di nuovi sistemi di propulsione, controllo delle emissioni e gestione di rumore e vibrazioni.

«Opus è interessata al terzo obiettivo, quello che riguarda il controllo delle emissioni e dei rumori – spiega Stefano Batistini, ceo dell’azienda –. La partecipazione di Opus al progetto Trim dimostra come anche un’impresa con sede in Maremma possa avere il suo spazio nello scenario nazionale e internazionale. Non possiamo negare che operare accanto a nomi come Fincantieri e Cetena sia per noi motivo di orgoglio, e non solo. Con questo progetto riusciremo a formare trenta esperti in un settore industriale fondamentale per l’economia italiana, la nautica. Opus è sempre alla ricerca di professionisti specializzati nelle automazioni, anche se non è affatto semplice trovare personale qualificato nel nostro territorio. Nonostante questo, rimaniamo fermi sulla decisione di rimanere in provincia di Grosseto: qui ci sono le nostre radici e continueremo a impegnarci con tenacia affinché anche una realtà come la nostra, che non rientra nei settori economici tradizionali maremmani, possa continuare a trovare lo spazio e l’autorevolezza che merita. È la nostra sfida: anche il progetto Trim rientra in questo obiettivo».

Le porte dell’azienda sono sempre aperte a giovani laureati motivati ad imparare e a entrare a far parte del team che oggi conta più di 70 dipendenti tra Follonica e la sede fiorentina. La selezione di Trim è rivolta a laureati in Ingegneria, Scienze matematiche, Scienze e tecnologie fisiche e Scienze e tecnologie chimiche: i candidati non devono aver avuto rapporti lavorativi con le aziende coinvolte nel progetto. Per informazioni: https://bit.ly/31vo2tk o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..