Stampa

Grosseto: Si chiama VIVI IN BICI lo strumento con cui il Comune di Grosseto mette sul piatto incentivi economici per i cittadini residenti che utilizzeranno la bicicletta per i tragitti casa-lavoro e casa-scuola, l’iter per la presentazione delle domande inizierà il 7 luglio.

L’incentivo è finalizzato a promuovere modalità di trasporto che inducano alla progressiva riduzione dell’utilizzo del mezzo privato motorizzato a favore della mobilità sostenibile per la salvaguardia dell’ambiente, della salute, della sicurezza e del benessere della popolazione.

Apprezziamo e condividiamo l’attuazione di questo progetto – dichiara Angelo Fedi, presidente di FIAB Grosseto Ciclabile - con l’approvazione della Deliberazione di Giunta 164 del 17/06/2020, l’Amministrazione da risposta concreta ad una delle più impegnative richieste che avevamo presentato al Sindaco nella lettera del 29 aprile scorso quando, con la prima riapertura del dopo lockdown, già si intravedevano gli effetti negativi che avrebbe avuto il distanziamento sociale, imposto dall'emergenza sanitaria, sugli spostamenti quotidiani delle persone. Grosseto Ciclabile, così come le altre associazioni della Federazione Italiana Ambiente Bicicletta, si è attivata fin da subito a tutti i livelli con le amministrazioni pubbliche rivendicando il ruolo fondamentale che la bicicletta avrebbe potuto offrire in questo momento. A livello nazionale FIAB non è stata sola - continua Fedi - numerose associazioni hanno condiviso le nostre istanze e i risultati li stiamo vedendo, dalla riforma del codice della strada con la definizione di nuove norme per le infrastrutture stradali, allo stanziamento di risorse economiche a favore della messa in opera di nuove piste ciclabili, fino al Bonus mobilità messo a disposizione dal Ministero dell’Ambiente per l’acquisto di biciclette e altri mezzi ecologici, la mobilità sostenibile sta vivendo una nuova giovinezza.

In questo contesto il Comune di Grosseto, aderente fin dalla prima edizione alla rete ComuniCiclabili, si è mosso bene, l’adozione del PUMS darà il via a nuovi interventi di traffic calming e moltiplicherà le Zone 30, due interventi fondamentali per garantire un minimo di sicurezza nei quartieri residenziali ad alta frequentazione di pedoni e ciclisti, mentre il progetto Vivi in Bici incentiverà fattivamente, per la durata di un anno, gli spostamenti quotidiani casa lavoro e casa scuola, che avvengono nelle fasce orarie in cui il traffico è più congestionato.

Il nostro augurio, conclude il presidente di FIAB Grosseto, è che sia possibile portare presto a termine le numerose interruzioni di cui soffre la rete ciclabile cittadina. I nuovi strumenti normativi di modifica del codice della strada previsti dal Decreto Rilancio, che saranno convertiti in Legge dal 18 luglio prossimo, aprono scenari nuovi e sostenibili, anche dal punto di vista economico, di cui siamo certi il Comune vorrà tenere conto.

La raccolta delle manifestazioni d’interesse per partecipare al bando di assegnazione dei contributi economici inizierà martedì prossimo 7 luglio e continuerà nelle prossime settimane, per fare in modo che il progetto possa partire, a settembre, per le prime 200 persone. I documenti da compilare per presentare la propria candidatura saranno disponibili nel sito ufficiale del Comune di Grosseto.

Accompagna il via all'iniziativa un teaser trailer realizzato grazie ai videomaker che hanno già collaborato con il Comune di Grosseto per il tavolo della comunicazione del Nucleo fenice.

Categoria: ATTUALITÀ
Visite: 294

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information