"Lo chiedevamo da metà giugno. Era ora. Tutelate le persone più anziane".

Grosseto: «Anche se con grande ritardo – sottolinea Lorenzo Centenari, segretario provinciale dello Spi Cgil - oggi prendiamo atto con soddisfazione che l’Inps di Grosseto si è decisa a riaprire al pubblico le proprie sedi territoriali. Facilitando l’accesso ai servizi da parte dei numerosi utenti dell’Istituto.

Proprio a metà di giugno lo Spi Cgil e le Leghe territoriali avevano scritto al direttore sollecitandolo a tornare alla normalità, dal momento che l’isolamento autoimposto non si sapeva fino a quando, non aveva di fatto più alcun senso. Dal momento che a partire da metà maggio in poi altri enti ed istituti, comprese banche e poste, avevano riaperto i battenti all’utenza, naturalmente nel rispetto delle norme di sicurezza.

sindacato spi cgil.jpgOggi abbiamo ricevuto la comunicazione formale del fatto che “la direzione generale dell'Istituto, preso atto del mutato quadro socioeconomico che contraddistingue la cosiddetta Fase 2 dello stato emergenziale da Covid-19, ha diramato puntuali indicazioni riguardo alle modalità di erogazione dei servizi di informazione di primo e secondo livello presso le strutture territoriali dell'ente”.

Da lunedì prossimo – quindi - l’utenza potrà accedere anche fisicamente al front office della sede provinciale di via Trento, e dalla stessa data verrà sospeso il servizio di presidio telefonico di sede provinciale. L’accesso presso gli sportelli della sede sarà possibile dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 12:30, esclusivamente su prenotazione attraverso il Contact center, chiamando al numero 803.164 (da rete fissa) o 06.164.164 (da rete mobile). Dal nostro punto di vista – conclude Centenari – si tratta di un piccolo successo, perché conosciamo le difficoltà che hanno gli utenti più anziani e meno a loro agio con le procedure digitalizzate, ad accede ai sevizi attraverso la rete»