arcidosso fiera sant'antonio.jpg“Accogliamo con favore la proposta dei commercianti ambulanti – avverte il sindaco Jacopo Marini – per venire incontro a una categoria oltremodo penalizzata dalle problematiche nate a causa del Covid 19”.

Arcidosso: L’Amministrazione comunale accoglie positivamente la proposta dei sindacati Fiva Confcommercio e Confesercenti di Grosseto, che, in rappresentanza dei commercianti ambulanti, hanno chiesto al Sindaco Jacopo Marini, di poter tenere la fiera straordinaria del 13 giugno, rimandata a causa delle disposizioni legate al Covid 19, il 30 agosto, “data festiva che favorirà l’affluenza dei visitatori”, sottolinea il portavoce della proposta Agostino Ottaviani, presidente provinciale di Confcommercio.

jacopo-marini-arcidosso.jpg“Proposta di un mercato straordinario da tenersi domenica 30 agosto, che questa Amministrazione accoglie con grande favore – spiega il Sindaco Marini – per venire incontro alle esigenze degli ambulanti, duramente penalizzati dalle restrizioni dovute all’emergenza Coronavirus. Adegueremo, dunque, il programma della settimana di eventi dedicati alle feste della nostra cittadina, per consentire la fiera che chiuderà, appunto, le festività patronali dell’ultima settimana di agosto. E a dimostrazione della nostra buona volontà, vogliamo attuare per i partecipanti a questa fiera del 30 agosto, anche uno sconto del 90% sulle spese per il suolo pubblico.

Uno sforzo che questa Amministrazione mette in campo di buon grado, certa che i commercianti ambulanti vorranno partecipare anche alla fiera straordinaria che il comune ha in animo di organizzare per il 6 dicembre 2020, data dell’altra festa patronale di Arcidosso dedicata a San Niccolò”. La volontà di tenere due fiere straordinarie, dimostra che da parte dell’Amministrazione arcidossina c’è voglia di ripartire e di tornare ad essere attrattiva con manifestazioni appetibili a residenti e turisti: “Occorre una ripartenza – specifica Marini –, dobbiamo andare avanti. È necessario farlo con intelligenza e rinnovata sobrietà e nel pieno rispetto delle regole.

Crediamo sia importante dare nuova linfa al tessuto comunitario arcidossino con proposte di intrattenimento che siano per i turisti motivi di permanenza nel nostro borgo. In questa ottica, a breve sarà reso noto il cartellone degli eventi estivi, compreso il programma delle storiche feste dedicate, nell’ultima settimana di agosto, alla Madonna. Un segnale, credo, di speranza per una ripartenza anche economica e una spinta per tutti, nonostante uno scenario ancora molto fluido e incerto, a guardare con più fiducia al futuro di tutta la comunità”