rossi vivarelli.jpgVivarelli Colonna e Rossi: "Vogliamo valorizzare la qualità della vita dei membri più anziani della nostra comunità, garantendo loro dignità, confort e sicurezza aumentando gli standard della struttura con spazi più ampi e con sostanziali migliorie alla qualità del servizio offerto".

Grosseto: Il Consiglio comunale ha approvato la proposta di variante alla scheda normativa, portata dall'assessore all'Urbanistica, relativa alla Residenza Sanitaria Assistita che permetterà l'ampliamento del progetto della casa di riposo per anziani di via lago di Mezzano. La struttura sarà convenziona con la Regione Toscana.

Il progetto originario prevedeva una struttura costituita da due piani e da un seminterrato, spazi che che avrebbero consentito di ospitare 67 anziani non autosufficienti.

La variante approvata in consiglio dà il via libera ad una modifica del progetto che permette di migliorare lo standard della Rsa tramite un aumento della Superficie Edificabile (la somma delle superfici di tutti i piani) di 800 mq rispetto a quella precedentemente prevista nella scheda urbanistica.

grosseto via lago di varano.JPGQuesto aumento di superficie, che si concretizzerà con la costruzione di un ulteriore piano mantenendo inalterata l'attuale sagoma planimetrica, consentirà l'aumento dei posti letto ad 80. I nuovi spazi saranno funzionali all'ottimizzazione dei servizi tramite nuove camere singole e più spazi per gli ospiti, soprattutto per le famiglie che vengono a trovare i propri cari. L'ulteriore spazio sarà dedicato al miglioramento delle dotazioni tecnologiche e degli arredi e in generale ad una valorizzazione dei servizi offerti.

“L'ampliamento del progetto è motivo di forte orgoglio per la nostra Amministrazione: vogliamo valorizzare la qualità della vita dei membri più anziani della nostra comunità, garantendo loro dignità, confort e sicurezza aumentando gli standard della struttura con spazi più ampi e con sostanziali migliorie alla qualità del servizio offerto – affermano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l'assessore all'Urbanistica, Fabrizio Rossi -. Si tratta di un intervento importante, soprattutto alla luce della recente esperienza Covid-19: l'aumento degli spazi consente infatti la progettazione di una sezione destinata a possibili future malattie infettive, tramite un'area attrezzata ad accogliere gli ospiti impedendo la contaminazione degli ambienti della residenza.”

“La costruzione della Rsa non comporta alcun onere finanziario al Comune, solo indubbi benefici per la collettività – continuano sindaco ed assessore -. La residenza in via Lago di Mezzano sarà infatti la prima vera Residenza sanitaria assistita convenzionata sul territorio cittadino e adeguata alle esigenze sociali di una fascia della popolazione numericamente in continuo aumento. Per questo rappresenta un'importante innovazione dei servizi sociali nella nostra comunità, anche grazie all'attivazione di eventuali sinergie sanitarie grazie alla vicinanza con l'ospedale della Misericordia. ”

La struttura sarà in conformità con le linee guida generali e con le indicazioni tecnico normative che consentiranno l'accreditamento regionale, ovvero la certificazione del rispetto dimensionale e degli standard necessari per essere convenzionati con la Regione nell'ambito del servizio sanitario pubblico.