Piatto  Richard Ginori realizzato per il Giubileo del mare con la nave  San Pietro ammiraglia della  Marina Pontificia - collezione Artemare.JPGMonte Argentario: Dopo la nave scuola Amerigo Vespucci, la più bella del mondo in questi giorni davanti a Livorno per l’annuale crociera con l’Accademia Navale, anche la barca dei Santi Pietro e Paolo isserà la vele la notte tra domenica e lunedì prossimo.

Tradizione plurisecolare, religiosa e non solo che si rinnova ogni anno in occasione della festività dei più ricordati pescatori apostoli e quindi nella prossima notte in arrivo in tanti si preparano all'esperimento notturno della “Barca di San Pietro e Poalo”, specialmente nella regione di origine del comandante Daniele Busetto, timoniere di Artemare Club, il Veneto con la sua Venezia ma anche in tante altre inclusa la Toscana.

Il Veliero di San Pietro e Paolo in bottiglia.jpgConsiste nell'usanza di porre, nella notte fra il 28 e il 29 giugno una bottiglia di vetro, come quelle che si usava lasciare in mare con un messaggio, riempita d'acqua su un terrazzo o davanzale esterno della finestra di casa, facendo colare dentro un albume d'uovo e il mattino seguente si dovrebbero trovare nell'acqua delle strutture, formate dall'albume, che ricordano le vele di un vascello. Secondo questa tradizione popolare sarebbero prodotte da Santi, che soffiando nel contenitore di vetro farebbero assumere all'albume la giusta conformazione.

In considerazione di come apparivano le "vele", se molto ritte oppure chiuse, si poteva trarre buono o cattivo auspicio di come sarebbe stato il proprio destino e le proprie economie. In Toscana specialmente Garfagnana e media valle del Serchio, negli anni dell'emigrazione, l'esito di questa pratica veniva interpretato anche come auspicio per il viaggio in mare di coloro che si apprestavano a partire per le Americhe.

I Santi Pietro e Paolo erano sempre presenti in mare e molto importanti per la marineria, la marina Pontificia li aveva raffigurati nella bandiera navale della sua flotta millenaria e l’ultima nave ammiraglia della Marina Pontificia si chiamava San Pietro! Domenica notte sul terrazzo/plancia della sede operativa di Artemare Club a Porto Santo Stefano ci sarà una bottiglia di mare, buon veliero di San Pietro e Paolo a tutti!