Poste-Italiane-780x488.jpgIeri l’improvvisa decisione di interrompere il servizio nel capoluogo e nelle frazioni di Roccatederighi, Sassofortino e Torniella.

Roccastrada: Nessuna comunicazione preventiva né alla popolazione, né all’Amministrazione Comunale, tanto che dal Comune si è appreso per vie traverse del fatto che a partire dalla giornata odierna sarebbero stati chiusi gli uffici postali di Roccastrada, Roccatederighi, Sassofortino e Torniella e conseguentemente interrotto un servizio di primaria importanza per una collettività formata per lo più da persone anziane.

E’ per questo motivo che il Comune di Roccastrada ha deciso di formalizzare una diffida a Poste Italiane, interessando anche la Prefettura di Grosseto, con l’auspicio che nel minor tempo possibile l'organizzazione possa essere modificata, restituendo al territorio un presidio che eroga servizi di primaria necessità.

“Prendo atto, con forte rammarico – queste le parole del Sindaco Francesco Limatola - della comunicazione, pervenuta a “cose già fatte”, di chiusura di tutti gli uffici postali del mio comune eccezion fatta per quello di Ribolla, senza aver fatto precedere tale decisione unilaterale da nessuna comunicazione né alla popolazione con un avviso, né all’Amministrazione Comunale.

Comprendo la situazione tutto nuova dettata dall’emergenza Covid-19, che ha portato a contingentare il personale dipendente dell’azienda, ma non posso non esprimere il mio disappunto per quanto sta avvenendo nel mio territorio (284 kmq), ovvero la chiusura, peraltro, non preannunciata degli uffici postali di Roccastrada, Torniella, Roccatederighi, Sassofortino.

“Questa improvvida decisione – prosegue Limatola - comporterà necessariamente lo spostamento delle persone e il conseguente assembramento presso l’unico ufficio aperto, con la conseguente violazione delle due regole principali dettate dai DPCM in materia di prevenzione della diffusione del virus: evitare movimenti delle persone e di conseguenza gli assembramenti.

E questo è un comportamento deprecabile che mi sento di condannare fermamente, riservandomi di mettere in pratica ogni azione che riterrò opportuna per tutelare l’interesse della mia comunità ”.