Piazza Gramsci Scarlino Scalo.jpegL’Amministrazione comunale ha presentato il progetto alla cittadinanza. La riqualificazione della piazza è il punto di partenza per il Centro commerciale naturale di Scarlino Scalo.
 
Scarlino: Presto Scarlino Scalo avrà un centro completamente rinnovato. A fine febbraio inizierà l’intervento per la sistemazione di piazza Gramsci. L’Amministrazione comunale ha presentato ai cittadini il nuovo look dell’area centrale della frazione: la zona pedonale sarà completamente rinnovata, mentre quella destinata ai posti auto resterà aperta al transito e sarà mantenuta la possibilità di lasciare in sosta le auto.
 
Il progetto è stato finanziato a maggio dalla Regione Toscana, attraverso Sviluppo Toscana, partecipata dell’ente che si occupa di bandi e finanziamenti, con la finalità di promuovere la creazione dei Centri commerciali naturali nei centri abitati con meno di 20mila abitanti. Il piano è stato accolto positivamente dai commercianti e dai residenti presenti all’incontro organizzato dall’Amministrazione comunale. «Il progetto si divide in due parti – spiegano il sindaco Francesca Travison e il vicesindaco Luciano Giulianelli –: una zona della piazza sarà completamente riqualificata e l’altra verrà lasciata polifunzionale. Nell’area pedonale saranno installati nuovi arredi (cestini, panchine e vasi, di cui uno centrale di dimensioni maggiori) e sarà modificata l’illuminazione, con l’installazione di punti luce a terra.
 
Nella zona destinata ai posti auto verranno posizionate delle sedute sempre conformi allo stile degli arredi dell’altra parte di piazza Gramsci. Il finanziamento è pari a circa 16mila euro ed è stato concesso non solo per riqualificare uno spazio urbano ma pure per dare slancio alla formazione di un Centro commerciale naturale. Gli esercenti della zona infatti potranno unirsi in un’associazione che avrà il compito di promuovere iniziative e eventi per rilanciare le attività produttive della frazione. L’ente comunale farà poi parte del comitato di coordinamento del Centro commerciale naturale, sostenendo i commercianti nell’organizzazione delle varie attività che vorranno sviluppare». L’incontro con i cittadini è stato anche l’occasione per un confronto sulla situazione della frazione: gli scarlinesi hanno potuto infatti esprimere il loro punto di vista sul progetto di piazza Gramsci e far presenti criticità da risolvere.
 
«Abbiamo informato i cittadini di quanto messo in atto fino ad oggi nella frazione di Scalo – spiega il vicesindaco Giulianelli –: uno dei punti chiave del nostro programma è la riqualificazione degli impianti sportivi della frazione. La situazione che abbiamo trovato non era delle migliori, ma prima di pensare alla ristrutturazione della struttura ci siamo dovuti occupare della gestione. Abbiamo pubblicato un nuovo bando per affidare le concessioni, nel quale sono compresi anche gli interventi di miglioria degli impianti.
 
Verranno cambiate le telecamere installate dalla precedente Amministrazione comunale per inserire anche la frazione nel sistema Targamanent, per un controllo dettagliato dei veicoli in ingresso e in uscita. Siamo intervenuti per sistemare gli arredi dei parchi della frazione e nei prossimi mesi abbiamo in programma di installare nuovi cestini e raccoglitori di sigarette, la sostituzione del dissuasore di viale Matteotti, usurato dal passaggio dei veicoli, e l’installazione di altri rallentatori di velocità in via Buozzi e via Mariotti.
 
Intendiamo anche progettare le piste ciclabili per unire l’area commerciale al centro abitato. A Scarlino Scalo non servono grandi opere strutturali: occorre riqualificare l’esistente e mantenerlo in uno stato decoroso dopo anni di abbandono. Lavoreremo in questa direzione, confrontandoci con i cittadini ai quali abbiamo ribadito la nostra totale disponibilità».