ilpuntonedelfuturo assemblea.jpgI risultati del questionario consegnato durante l'assemblea: i cittadini approvano il progetto dell’Amministrazione,

Scarlino: I risultati del questionario sulle proposte progettuali per la riqualificazione del Puntone di Scarlino indicano che i cittadini hanno approvato la linea indicata dall’Amministrazione comunale.

Lunedì 4 novembre all’assemblea pubblica dedicata al progetto #ilpuntonedelfuturo è stato consegnato a tutti i presenti un questionario nel quale si chiedeva di elencare le criticità della frazione, le possibili soluzioni e infine l’impressione su quanto proposto durante l’incontro dall’Amministrazione comunale e da Pro.mo.mar, concessionaria del porto turistico che dovrà occuparsi degli interventi in programma, come stabilito nella convenzione con l’ente comunale.

Le schede riconsegnate alla fine dell’incontro sono state 63, mentre quelle in cui è stata data risposta all’ultimo quesito sulla soddisfazione sono 51 e tra queste una sola riporta un giudizio negativo sulle proposte progettuali: 34 cittadini hanno barrato la casella del “sì”, altri 16 hanno scelto l’opzione “parzialmente”. Più della metà dei questionari è stata compilata da cittadini residenti al Puntone di Scarlino: le criticità maggiormente segnalate hanno riguardato la viabilità. Sono stati evidenziati problemi relativi al forte traffico, alla sicurezza stradale, ai rumori e allo smog connessi al passaggio dei veicoli. Altra criticità riportata dai cittadini è la carenza di posti auto.

Entrambe le problematiche si verificano esclusivamente nel periodo estivo. Sono state evidenziate anche carenze nella cura del verde e degli arredi urbani e nella promozione turistica della frazione. Di contro le soluzioni suggerite dai cittadini sono state generiche e hanno riguardato la necessità di cartellonistica, di percorsi ciclabili e pedonali più funzionali e sicuri, e lo sviluppo del marketing turistico. Un cittadino ha consigliato di far muovere le imbarcazioni per strada solo in orario notturno, altri hanno chiesto all’Amministrazione comunale di occuparsi dei cantieri aperti e mai ultimati del lungomare Garibaldi. Viene anche proposto di utilizzare delle apparecchiature per combattere l’inquinamento acustico dovuto al traffico.

«Quello che emerge dal questionario – commenta il sindaco Francesca Travison – è quanto ci aspettavamo sul fronte delle criticità e delle proposte: accogliamo invece con soddisfazione il risultato che riguarda la nostra idea per il futuro della frazione. Nelle prossime settimane continueremo ad ascoltare i cittadini: sono online sul sito del Comune di Scarlino (www.comune.scarlino.gr.it) i progetti presentati durante l’assemblea, così da permettere a tutti di visionarli con attenzione e trarre le proprie conclusioni. Invito i cittadini a comunicare all’Amministrazione comunali le loro impressioni, le loro critiche, o eventuali modifiche alla proposta con una mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), oppure prendendo un appuntamento con la giunta comunale.

Entro la fine di novembre vorremmo chiudere la fase dell’ascolto e incontrare nuovamente la cittadinanza i primi giorni di dicembre».