Follonica: Il 12 settembre scorso al Museo MAGMA ha preso il via il progetto ''Prospettive d'Arte: impressioni nell'argilla'', curato dalla cooperativa Zoe in collaborazione con la cooperativa Arcobaleno e i ragazzi de “La combriccola della ceramica”, un gruppo di ragazzi disabili che da anni ha sviluppato manualità e fantasia con attività creative legate alla manipolazione dell'argilla.

Il progetto, che oltre al museo Magma coinvolge anche i musei di Massa Marittima, vuole favorire lo sviluppo di visioni artistiche permettendo l’interazione tra persone con disabilità e collezioni museali.

Si alterneranno quindi dapprima visite guidate a ingressi liberi nei musei, durante i quali i ragazzi elaboreranno personali punti di vista sulle collezioni esposte, e successivamente laboratori manuali dove realizzeranno le proprie opere.

Tale processo è finalizzato alla creazione di installazioni che saranno esposte temporaneamente all’interno del Museo, con pannelli esplicativi sulla natura del progetto e la storia degli artisti, che realizzeranno anche oggetti da mettere in vendita nei bookshop dei musei.

La prospettiva è quella di stimolare la riflessione dei visitatori e della comunità in merito al valore aggiunto che solo la diversità può offrire e alla necessità di rendere il mondo della cultura sempre più inclusivo.

Cultura inclusiva è infatti sinonimo di cultura più ricca e le sedi museali sono luoghi privilegiati per lo sviluppo di percorsi volti a questo scopo.