cafiso (1).jpgScarlino: Ultimo concerto per Grey Cat Festival 2019. L’appassionante maratona musicale iniziata il 21 luglio volge al termine martedì 13 agosto nella splendida cornice del Castello di Scarlino.

A conclusione della full immersion tra musica, natura territorio che ha coinvolto grandi e piccoli centri, teatri, piazze, castelli ed ex spazi industriali della Maremma, il quartetto del sassofonista Francesco Cafiso.

Il Francesco Cafiso 4et, è un progetto entusiasmante che affonda le proprie radici nel jazz: lo swing, il blues e la creatività sono i veri protagonisti di questa musica.

Ne fanno parte musicisti di notevole spessore artistico, dotati di particolari caratteristiche tecniche e timbriche che, oltre a generare un compatto suono di gruppo, godono di ampi spazi per improvvisare e dare il meglio di sé. Il repertorio, fresco e variegato, è interamente composto da brani originali scritti da Cafiso per questo organico, al fine di ottenere un robusto e potente impatto sonoro. Questa musica ha tanti colori e suggerisce un ampio ventaglio di emozioni e suggestioni. Tutto il concerto è caratterizzato da una grande forza propulsiva, oltre che da un senso di ironia e grande energia in grado di coinvolgere tutto il pubblico.

Già a nove anni, Francesco Cafiso muove i primi passi facendo esperienze con musicisti di fama  internazionale ma decisivo per la sua carriera è stato l’incontro con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue qualità musicali, lo porta con sé nell’European tour del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei Jazz Festival e nei Jazz Club più importanti del mondo e ha ricevuto importanti riconoscimenti. Ha suonato con grandissimi musicisti quali: Hank Jones, Cedar Walton, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Doug Sides, Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, Christian McBride,  George Mraz, Joe Locke, Adam Nussbaum, Enrico Rava, Dado Moroni, Franco D’Andrea, Stefano Bollani e moltissimi altri. Ha fatto anche esperienze in altri ambiti musicali suonando con Lorenzo Jovanotti, Raphael Gualazzi, Fabio Concato, Antonella Ruggiero. Dal 2008 è direttore artistico del Vittoria Jazz Festival a Vittoria, sua città natale. Il 19 gennaio del 2009 ha suonato a Washington DC durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barack Obama e del Martin Luther King Jr. day.

Il 17 luglio del 2009, Umbria Jazz lo ha nominato “ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo. Nel 2012 ha arrangiato “Don’t Stop”, la musica di sottofondo dello spot pubblicitario ENI Station. In Luglio del 2012, in occasione dei Giochi Olimpici, è stato invitato a esibirsi a Londra, presso la sede di Casa Italia, alla presenza dell’Ambasciatore italiano a Londra e dei vertici del CONI. In settembre 2012, durante una lunga permanenza negli stati Uniti, ha tenuto una serie di masterclasses di sassofono alla UPenn, la prestigiosa università di Filadelfia. Recentemente, nei primi del mese di Giugno 2013, per volontà del Ministero degli Esteri ed espressa scelta del Console Generale di Philadelphia, in collaborazione con il Segretario di Stato Americano John Kerry, Francesco è stato scelto per rappresentare l’Italia per suonare nell’ambito dei festeggiamenti per l’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti. "3" è il suo ultimo lavoro discografico. Tre cd in un'unico cofanetto: La Banda, Contemplation e 20 Cents Per Note. Tutti brani originali composti e arrangiati da Francesco con tre direzioni musicali diverse.

Francesco Cafiso Official: https://www.francescocafisomusic.com/

Il concerto si svolgerà nella splendida rocca aldobrandesca nota anche come “Rocca Pisana” o “Castello di Scarlino”. Dalle 20:30 il pubblico potrà partecipare a una visita guidata per scoprirne le caratteristiche più belle e suggestive. Inoltre, prima del concerto, potrà gustare i prodotti tipici del territorio grazie ad una degustazione curata dal Presidio Slow Food con le aziende agricole La Pierrotta e Agrinodo a cura della Cooperativa Melograno.