comune grosseto.jpgStabiliti e approvati i progetti da realizzare con questi stanziamenti statali.

Grosseto: Ammonta a 170mila euro il finanziamento destinato alla città di Grosseto nell'ambito del decreto legge “Contributi ai Comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile” convertito nella legge 58 del 28 giugno 2019 “Misure urgenti di crescita economica”.

“A un mese dall'entrata in vigore delle legge abbiamo deliberato i progetti da realizzare con questo importante finanziamento statale. Dal giorno della conversione del decreto in legge infatti gli uffici hanno programmato e verificato i lavori da poter inserire – spiegano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l'assessore ai Lavori Pubblici, Riccardo Megale -. Questo a dimostrazione di una attenzione costante alla cura della città e del suo patrimonio pubblico. Una attenzione che passa non solo da una oculata gestione delle risorse interne, ma anche dal reperimento di fondi, finanziamenti e agevolazioni a cui cerchiamo di accedere per migliorare edifici e strutture pubbliche, a tutela dei cittadini e a garanzia di servizi più efficaci”.

Il primo intervento da realizzare grazie al finanziamento governativo riguarda la piscina di via Lago di Varano; in particolare la sostituzione del generatore di calore e altri lavori di adeguamento della centrale termica. Per un totale di 77mila euro.
Altri lavori interesseranno invece la scuola media di via Garigliano e in questo caso l'adeguamento dell'impianto elettrico e interventi per gli impianti di illuminazione di emergenza e di rilevazione dei fumi all'interno dell'istituto scolastico. La stima dei costo per questi lavori è di 45mila euro.

Due progetti, invece, sono relativi a interventi sulle Mura medicee: uno riguarda la messa in sicurezza dei parapetti del bastione “Rimembranza”: sarà infatti costruita una ringhiera di circa 30 metri a rinforzo del sistema di sicurezza. Il costo previsto è di 15mila e 542 euro. L'altro intervento sulle Mura è sempre nell'ambito della messa in sicurezza ed ha a che fare con i paramenti murari del bastione “Cavallerizza”.

In questo caso saranno restaurati i paramenti con la rimozione dei mattoni smossi e la sostituzione con altri adeguati a garantire maggiore stabilità e sicurezza per tutto il tratto che va dalla parte di via Ximenes fino alla porta medicea. Il costo complessivo supera di poco superiore a 34mila euro.