A Grosseto i tecnici della Regione, obiettivo un progetto concreto per attrarre investitori in provincia di Grosseto.

Grosseto: Dopo l’incontro di mercoledì con il Ministero dei Trasporti, che ha comportato la riapertura del percorso sulla Tirrenica, questa mattina in Camera di Commercio ha preso avvio il secondo fronte di quanto richiesto con la mobilitazione degli imprenditori dello scorso 17 aprile, Sì Grosseto va avanti.

Oltre al presidente Riccardo Breda e al sindaco di Grosseto e presidente della Provincia Antonfrancesco Vivarelli Colonna, la Regione Toscana è stata presente con Paolo Tedeschi, responsabile della Segreteria di Presidenza della Regione Toscana e Filippo Giabbani, direttore del settore Politiche ed iniziative regionali per l'attivazione degli investimenti. Hanno partecipato inoltre i rappresentanti del tavolo per lo sviluppo, associazioni e sindacati.

Anche in questo caso il confronto è stato immediatamente concreto.

La Cabina di regia lavorerà fin da subito ad un progetto che prevede due linee di intervento. Da un lato, una completa mappatura che riguarderà: l'individuazione di filiere sulle quali concentrare l'attività, perchè in grado di scatenare un effetto volano sul resto dell'economia, quali agricoltura, turismo e manifatturiero; un accurato censimento di tutte le aree potenzialmente oggetto di investimento; le esigenze prioritarie delle imprese; l'individuazione di un gruppo “pilota” di almeno 50 imprese ad alto potenziale di crescita ed innovazione dalle quali raccogliere bisogni concreti e desiderata, oltre alla ricerca di potenziali investitori. Tutte queste attività avverranno mettendo a sistema le risorse e gli strumenti di tutti soggetti coinvonti: l'ufficio regionale responsabile del progetto “Invest in Tuscany”, che si occupa dell'attrazione investimenti su tutta la regione, Provincia e Comuni, e la Camera di commercio come punto di raccordo per le imprese.

La seconda fase prevede un progetto riservato al nostro territorio con l'intenzione di superare ogni ostacolo buriocratico o nei servizi o infrastrutturale per favorire la crescita dell'area, con specifiche azioni destinate alla Maremma coordinate in modo trasversale a tutti i dipartimenti interessati della Regione Toscana – a questo scopo sarà adottato uno specifico protocollo “Invest in Maremma” .

“Il fatto che la Regione si sia impegnata a creare una specifica linea di azione intersettoriale per la Maremma è un'ottima notizia – ha commentato il presidente Breda - questo e la riapertura di una percorso per il corridoio Tirrenico sono già due grandi risultati, che seguono purtroppo un periodo di abbandono di questi temi fondamentali. Le tappe sono segnate, il lavoro e lo sforzo grandissimi: ci attiveremo al massimo delle nostre possibilità per ottenere da queste ottime premesse risultati concreti in temi rapidi.”